Attacchi coordinati in una città industriale del Kazakistan

06 giugno 2016 10:56

Attacchi coordinati in una città industriale del Kazakistan. Un gruppo di uomini armati ha preso d’assalto una base della guardia nazionale kazaca e due rivendite di armi da fuoco ad Aktobe, una città industriale nel nordovest del paese. Quattro aggressori sono stati uccisi e altri sette sono stati arrestati nel corso di una vasta operazione antiterrorismo, ma altri sono riusciti a fuggire. Il governo, che teme il diffondersi dell’estremismo islamico, ha dichiarato che si tratta di simpatizzanti di “movimenti religiosi radicali, non tradizionali”. Negli attacchi sono rimasti uccisi anche tre militari e tre civili.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Il rap di Slowthai e la rivincita della provincia
Giovanni Ansaldo
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.