20 luglio 2016 08:48

In Francia l’assemblea nazionale approva altri sei mesi di stato d’emergenza dopo l’attentato di Nizza. Il provvedimento è stato adottato a larga maggioranza. Nel disegno di legge è prevista anche la possibilità di perquisire bagagli e veicoli senza l’autorizzazione di un giudice e di accedere più facilmente ai dati contenuti nei computer e nei telefonini. La legge sarà votata dal senato nel pomeriggio di oggi. Il premier Manuel Valls ha dichiarato inoltre che sono 203 i jihadisti ad aver fatto ritorno in Francia dopo aver combattuto in Medio Oriente.