01 agosto 2016 22:37

Si è conclusa la crisi degli ostaggi a Erevan, in Armenia. Il gruppo armato che il 17 luglio si era asserragliato con alcuni ostaggi all’interno del comando della polizia della capitale armena si è arreso. Lo hanno reso noto fonti della sicurezza locale, che ha arrestato venti persone. I miliziani erano sostenitori di Jirair Sefilian, esponente di primo piano dell’opposizione, arrestato a giugno dopo un tentativo di colpo di stato.