Uno studente è stato incriminato per l’attacco alla moschea di Québec.

31 gennaio 2017 17:06

Uno studente è stato incriminato per l’attacco alla moschea di Québec. Alexandre Bissonnette, 27 anni, iscritto alla facoltà di scienze politiche e antropologia della Laval University, si dovrà difendere da sei accuse di omicidio e da cinque di tentato omicidio. Domenica 29 gennaio è entrato nella moschea e ha sparato sui fedeli in preghiera, uccidendone sei e ferendone 19. Il ventisettenne ha chiamato le autorità affermando di voler collaborare ed è stato fermato poco dopo nella sua automobile, sul ponte che collega la città di Québec con l’Île d’Orléans.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Il rap di Slowthai e la rivincita della provincia
Giovanni Ansaldo
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.