La guerra di Duterte

01 febbraio 2017 14:57
Il funerale di un ragazzo di 21 anni ucciso dalla polizia durante un’operazione antidroga a Manila, nelle Filippine. Il 30 gennaio il presidente Rodrigo Duterte ha sospeso la sua guerra alla droga per il tempo necessario a eliminare la corruzione dai ranghi della polizia. Negli ultimi sette mesi sono state uccise più di settemila persone in esecuzioni extragiudiziali.
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Nella terra dei migranti
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.