La guerra di Duterte

01 febbraio 2017 14:57
Il funerale di un ragazzo di 21 anni ucciso dalla polizia durante un’operazione antidroga a Manila, nelle Filippine. Il 30 gennaio il presidente Rodrigo Duterte ha sospeso la sua guerra alla droga per il tempo necessario a eliminare la corruzione dai ranghi della polizia. Negli ultimi sette mesi sono state uccise più di settemila persone in esecuzioni extragiudiziali. (Romeo Ranoco, Reuters/Contrasto)
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

Le notizie di scienza della settimana
Claudia Grisanti
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.