05 febbraio 2017 15:00

Il prossimo obiettivo della cosiddetta sharing economy sarà la casa e la designer Irene Pereyra affronta con questo web documentario la nostra attitudine alla condivisione degli spazi abitativi.

Pereyra ripercorre la sua storia personale, quella di una bambina cresciuta con la madre in un appartamento abitato da otto donne, uno dei primi e più radicali esperimenti di vita in comune nella Amsterdam degli anni ottanta. Casa Kollontai, dal nome di una rivoluzionaria russa, era concepita come una reazione all’aumento degli affitti in città e all’isolamento urbano, ed era ispirata al pensiero femminista e al dibattito sui diritti delle persone omosessuali.