Dopo il ciclone Debbie

30 marzo 2017 09:05
Il primo ministro australiano Malcolm Turnbull sorvola l’area intorno a Bowen, sulla costa orientale del Queensland, dopo il passaggio del ciclone Debbie che ha lasciato più di 60mila case senza elettricità. (Gary Ramage, Reuters/Contrasto)
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità

Articolo successivo

C’era una volta in Italia
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.