Almeno 58 civili siriani sono morti per un attacco in cui si sospetta siano state usate armi chimiche

05 aprile 2017 08:23

Almeno 58 civili siriani sono morti per un attacco in cui si sospetta siano state usate armi chimiche. Il raid aereo è avvenuto nella città di Khan Sheikhun, nella provincia di Idlib, in una zona controllata dai ribelli. Lo dichiara l’ong vicina ai ribelli Osservatorio siriano per i diritti umani, che accusa il governo siriano di aver condotto i bombardamenti. Tra le vittime ci sarebbero anche undici bambini. Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani le persone sul posto sono morte per soffocamento e questo confermerebbe l’uso del gas, che al momento non è stato denunciato da altre fonti. In seguito è stato bombardato anche l’ospedale dove erano stati portati i feriti, scrive la Bbc. Oggi si riunisce il Consiglio di sicurezza dell’Onu.

pubblicità

Articolo successivo

Laminati plastici
Alberto Notarbartolo