Il tribunale di Ivrea ha riconosciuto il nesso tra l’uso eccessivo del cellulare e lo sviluppo di tumori.

21 aprile 2017 09:39

Il tribunale di Ivrea ha riconosciuto il nesso tra l’uso eccessivo del cellulare e lo sviluppo di tumori. In una sentenza storica, il giudice del lavoro del tribunale di Ivrea ha riconosciuto a Roberto Romeo, un 57enne dipendente Telecom,  il diritto a ricevere dall’Inail una pensione di invalidità di seimila euro all’anno. Romeo, cui è stato diagnosticato un tumore benigno la cui rimozione gli ha compromesso l’udito, ha testimoniato di aver dovuto usare il telefono per 4 o 5 ore al giorno per quindici anni. Gli studi scientifici attualmente disponibili hanno concluso che un utilizzo moderato dei telefoni cellulari non pone rischi seri alla salute delle persone, mentre il rischio si pone per chi lo usa più intensamente.

pubblicità

Articolo successivo

Ci si può ammalare leggendo un romanzo?