26 marzo 2020 12:12

Nuova Zelanda
Il 26 marzo il suprematista australiano Brenton Tarrant, 29 anni, si è dichiarato colpevole dell’omicidio di 51 persone in due moschee a Christchurch nel marzo 2019. L’ammissione di colpevolezza è avvenuta in videoconferenza da una prigione di Auckland. Il processo, in cui Tarrant potrebbe essere condannato all’ergastolo, si aprirà il 2 giugno.

Kosovo
Il governo guidato da Albin Kurti, che si era insediato meno di due mesi fa, si è dimesso il 25 marzo dopo essere stato sfiduciato da uno dei due partiti della coalizione, la Lega democratica del Kosovo (Ldk, centrodestra). Kurti, leader di Vetevendosje (autodeterminazione), una formazione nazionalista di sinistra, ha accusato il presidente Hashim Thaci, del Partito democratico del Kosovo (Pdk), di aver favorito la crisi di governo per portare avanti un progetto, sostenuto dagli Stati Uniti, di scambi territoriali con la Serbia.

Afghanistan
Il 25 marzo il consiglio nazionale per la sicurezza afgana, un organismo governativo, ha annunciato che nei prossimi giorni cominceranno i negoziati con i ribelli taliban. Cento taliban potrebbero essere scarcerati entro il 31 marzo in cambio di una tregua. Il 29 febbraio a Doha, in Qatar, gli Stati Uniti e i taliban hanno firmato uno storico accordo che prevede il ritiro delle truppe statunitensi entro 14 mesi in cambio di garanzie.

Mozambico
Un gruppo jihadista che da più di due anni semina il terrore nel nord del paese ha attaccato il 25 marzo la città di Quissanga, che si affaccia sull’isola turistica di Ibo. Si tratta del secondo attacco di questo tipo in appena tre giorni, dopo quello a Mocímboa da Praia. A Quissanga i jihadisti hanno distrutto il quartier generale della polizia e costretto alla fuga molti abitanti. Più di settecento persone sono morte dall’inizio del conflitto.

Israele
Il 25 marzo il presidente della Knesset Yuli Edelstein, alleato del premier uscente Benjamin Netanyahu, si è dimesso per evitare di dover indire l’elezione del suo successore entro la mezzanotte, come aveva stabilito la corte suprema. Ora Benny Gantz, che ha ricevuto l’incarico di formare un nuovo governo, potrebbe proporre uno dei suoi alleati per la carica di presidente della Knesset.

Iraq
Il 26 marzo due razzi si sono abbattuti sulla Zona verde di Baghdad, che ospita l’ambasciata degli Stati Uniti. Non ci sono state vittime. Intanto continua il ritiro delle forze internazionali dal paese. Dopo aver sgomberato la base di Al Qaim, oggi le truppe della coalizione guidata da Washington lasceranno all’esercito iracheno la base di Al Qayyara, nel nord del paese.

Australia
La Grande barriera corallina è stata colpita da un nuovo episodio di sbiancamento, il terzo negli ultimi cinque anni. Lo sbiancamento, che minaccia la sopravvivenza dei coralli, sarebbe stato causato dalle alte temperature marine dell’estate australe, in particolare a febbraio. Circa due terzi della Grande barriera corallina erano stati danneggiati da eventi simili nel 2016 e nel 2017.