14 ottobre 2020 14:21
  • Nel mondo, secondo i dati della Johns Hopkins University, ci sono più di 38 milioni di casi di covid-19. Le vittime sono un milione e 87mila. La Russia ha registrato un aumento record di nuovi casi e morti da coronavirus: il 13 ottobre il centro di crisi del paese ha segnalato 13.868 nuovi contagi, il precedente picco massimo era stato di poche centinaia in meno. Record anche di vittime: 244 in un giorno. Nel frattempo il governo olandese ha deciso di chiudere bar e ristoranti per quattro settimane, visto l’aumento continuo di nuovi casi di covid, con picchi di 7.400 contagi al giorno. Slovacchia, Repubblica Ceca e Irlanda del Nord chiudono le scuole, mentre in Canada viene confermata – tra le polemiche – la grande festa di Halloween: secondo il viceministro della salute Howard Njoo “è importante per i bambini, si possono dare e ricevere caramelle in modo sicuro”.
  • In Francia c’è grande attesa per il discorso di Emmanuel Macron, previsto alle 19.55 del 14 ottobre. Tornerà a parlare al paese dopo tre mesi esatti. In un’intervista già registrata, che dovrebbe durare quarantacinque minuti, il presidente della repubblica annuncerà una serie di misure più restrittive, scrive Le Monde. Coprifuoco notturno, chiusura di negozi e luoghi pubblici, divieto di circolazione dalle 20, 21 o 22, ritorno al telelavoro, regolamentazione dei trasporti sono “tutte opzioni sul tavolo”, ha spiegato l’entourage di Macron.
  • Il Fondo monetario internazionale ha pubblicato il World economic outlook, in cui rivede al rialzo le previsioni sul pil globale, ma avverte che l’economia “resta soggetta a battute d’arresto”. Per quest’anno la ripresa sarà “lunga, irregolare e incerta”. L’indicatore dovrebbe contrarsi del 4,4 per cento nel 2020, una stima migliore del -4,9 per cento indicato a giugno. Intanto, il 13 ottobre, l’industria aerea ha lanciato un appello globale urgente per ricevere una seconda tranche di aiuti governativi per far fronte alla crisi. Il settore chiede agli stati anche test rapidi nei paesi di provenienza prima della partenza. Nel frattempo la Banca mondiale ha annunciato l’approvazione di un piano che garantirà 12 miliardi di dollari per acquistare dosi di vaccino da destinare ai paesi in via di sviluppo.
  • Uno studio pubblicato sulla rivista britannica Royal Society Open Science, che si basa su sondaggi di opinione condotti nel Regno Unito, negli Stati Uniti, in Irlanda, in Messico e in Spagna, ha evidenziato che la notizia falsa di maggior successo tra i partecipanti al sondaggio è quella del coronavirus prodotto in un laboratorio della città cinese di Wuhan. Circa il 33 per cento dei partecipanti messicani e il 37 per cento dei partecipanti spagnoli la considera “affidabile” (tra il 22 e il 23 per cento nel Regno Unito e negli Stati Uniti). L’affermazione secondo cui la pandemia di covid-19 “fa parte di un piano per imporre la vaccinazione globale” è considerata affidabile dal 22 per cento dei partecipanti messicani, dal 18 per cento dei partecipanti irlandesi, spagnoli e americani e dal 13 per cento dei partecipanti britannici. E quella secondo cui i sintomi del covid-19 sarebbero aggravati dalle nuove reti di telefonia mobile 5G è attendibile per il 16 per cento dei partecipanti messicani e spagnoli (12 per cento in Irlanda, 8 per cento nel Regno Unito e negli Stati Uniti).
pubblicità
  • Secondo un’indagine sul comfort domestico durante la pandemia condotto da Place Alliance, un’iniziativa non profit della University College London, un sesto delle 2.500 famiglie intervistate nel Regno Unito si è sentito a disagio durante il lockdown nelle proprie case. Il risultato della ricerca dimostra che la comodità delle abitazioni, il senso di comunità nel vicinato, un quartiere adatto ai bisogni giornalieri sono fattori direttamente correlati all’epoca di costruzione della casa. I quartieri più antichi, infatti, hanno registrato il livello più alto di soddisfazione: per le persone intervistate è stato fondamentale avere balconi e terrazzi privati, parchi e negozi vicini. Mentre i quartieri costruiti tra il 2010 e il 2020 hanno registrato livelli di soddisfazione molto bassi. La ricerca mostra le carenze nel modo in cui sono progettate le nuove case, spesso piccole e in quartieri troppo popolati e privi di spazi pubblici di qualità.
  • Il governo della Malaysia ha imposto una serie di rigide misure per la prevenzione dei contagi nella Klang Valley, un’area urbana che comprende i territori federali della capitale Kuala Lampur e di Putrajiaya e lo stato di Selangor, a causa di una terza ondata. Le severe restrizioni sono state inoltre estese in tutto lo stato di Sabah, dove erano già state imposte alla fine di settembre per sei distretti. L’ordine, entrato in vigore il 14 ottobre, prevede la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, dei luoghi di culto, dei parchi e dei luoghi d’intrattenimento e la sospensione di qualsiasi tipo di evento. I negozi e i mercati rispetteranno rigidi orari di apertura e chiusura, mentre solo a una persona per famiglia sarà concesso fare la spesa. È consentito lasciare il proprio distretto solo per emergenze con il permesso della polizia e per motivi di lavoro con una lettera d’autorizzazione del proprio datore. In Malaysia i 660 nuovi casi positivi registrati hanno portato il totale dei casi attivi a 16.880, tra questi 443 dei nuovi casi sono stati segnalati nello stato di Sabah.