06 aprile 2021 11:09

Sudan
Il 5 aprile il consiglio di difesa e di sicurezza ha proclamato lo stato d’emergenza nello stato del Darfur Occidentale, nell’ovest del paese. Dal 3 aprile nel capoluogo Geneina sono in corso dei combattimenti tra la tribù masalit e le milizie arabe che hanno causato almeno 40 morti e 58 feriti.

Mozambico
Il 5 aprile Valygi Tualibo, il governatore della provincia settentrionale di Cabo Delgado, ha annunciato che l’esercito ha ripreso il controllo della città di Palma, che alla fine di marzo era stata conquistata dai miliziani jihadisti legati al gruppo Stato islamico. Nell’operazione sarebbero morti molti jihadisti. Negli ultimi giorni più di undicimila abitanti avevano lasciato la città.

Nigeria
Un commando armato ha attaccato il 5 aprile la prigione di Owerri, nello stato sudorientale di Imo, liberando più di 1.800 detenuti. La polizia ha attribuito l’attacco al gruppo separatista Popolo indigeno del Biafra (Ipob), che però ha smentito il suo coinvolgimento.

Giordania
Il 5 aprile l’ex principe ereditario Hamza, fratellastro del re Abdallah II, ha giurato fedeltà alla corona e alla costituzione in seguito a una mediazione avvenuta all’interno della famiglia reale. Due giorni prima Hamza era stato accusato di complottare contro il governo, e alcuni alti funzionari erano stati arrestati.

Turchia
Il 5 aprile dieci ammiragli in pensione sono stati arrestati per aver contestato, in una lettera aperta, la costruzione di un grande canale a Istanbul tra il mar di Marmara e il mar Nero. Secondo i firmatari, il canale violerebbe la convenzione di Montreux, firmata nel 1936 per garantire il libero passaggio nello stretto del Bosforo. Il presidente Recep Tayyip Erdoğan ha equiparato l’iniziativa degli ammiragli a un tentativo di colpo di stato.

Stati Uniti
Il capo della polizia di Minneapolis, Medaria Arradondo, ha affermato il 5 aprile davanti alla giuria che Derek Chauvin, il poliziotto accusato di aver ucciso l’afroamericano George Floyd, ha violato le “regole” e i “valori” della polizia. Floyd era morto per soffocamento il 25 maggio 2020 dopo essere stato tenuto bloccato a terra per più di nove minuti con il ginocchio di Chauvin sul collo. La fase del dibattimento nel processo a Chauvin si è aperta il 29 marzo.

Bulgaria
Il partito conservatore Gerb del primo ministro Bojko Borisov ha ottenuto la maggioranza relativa nelle elezioni legislative del 4 aprile con il 26 per cento dei voti, contro il 18 per cento del partito populista C’è un popolo come questo, guidato dal cantante e personaggio televisivo Slavi Trifonov, e il 15 per cento del Partito socialista. Il 5 aprile Borisov ha avviato le trattative per cercare di formare un governo di coalizione.

Corea del Nord
Il 6 aprile il ministero dello sport ha annunciato che gli atleti nordcoreani non parteciperanno alle Olimpiadi di Tokyo che cominceranno il 23 luglio. Il comitato olimpico locale ha preso la decisione per “proteggere gli atleti nordcoreani dai rischi legati alla pandemia di covid-19”.

Indonesia-Timor Leste
Almeno 157 persone sono morte nelle alluvioni e nelle frane causate dal passaggio del ciclone tropicale Seroja su alcune isole dell’est dell’Indonesia (130) e su Timor Leste (27). In Indonesia ci sono anche 70 dispersi e più di diecimila persone sono state costrette a lasciare le loro case.