20 luglio 2021 11:14

Iraq
Il 19 luglio almeno 28 persone sono morte e decine sono rimaste ferite in un attentato suicida avvenuto in un mercato del quartiere sciita Sadr City, alla periferia est di Baghdad, alla vigilia della festività islamica dell’Eid al Adha. L’attentato è stato rivendicato dal gruppo Stato islamico.

Marocco
Un tribunale di Casablanca ha condannato il 19 luglio il giornalista e attivista per i diritti umani Omar Radi a sei anni di prigione con la duplice accusa di “spionaggio” e “stupro”. La sentenza è stata contestata da alcune ong, che hanno denunciato un processo politico motivato dalle critiche di Radi al governo.

Sudafrica
Il 19 luglio è ripreso in videoconferenza il processo per corruzione dell’ex presidente Jacob Zuma, la cui recente incarcerazione ha causato una settimana di violenze a Johannesburg e nella provincia del KwaZulu-Natal in cui sono morte 215 persone. Il 29 giugno Zuma era stato condannato a quindici mesi di prigione per intralcio alla giustizia. I disordini nel paese sono aggravati dalla povertà e dalla disoccupazione.

Perù
Il 19 luglio il candidato della sinistra radicale Pedro Castillo è stato proclamato vincitore del secondo turno delle elezioni presidenziali del 6 giugno. La Giuria nazionale elettorale (Jne) ha infatti respinto il ricorso presentato dalla candidata della destra populista Keiko Fujimori. Il mese scorso la commissione elettorale aveva proclamato la vittoria di Castillo con il 50,12 per cento dei voti, contro il 49,87 per cento di Fujimori.

Haiti
Le forze politiche hanno raggiunto un accordo il 19 luglio sulla nomina a primo ministro di Ariel Henry, designato dal presidente Jovenel Moïse poco prima di essere assassinato. Il nuovo governo avrà il compito di portare il paese alle elezioni in tempi rapidi. L’accordo è stato raggiunto anche grazie a forti pressioni della comunità internazionale. Moïse è stato assassinato il 7 luglio da un commando armato composto da mercenari colombiani.

Stati Uniti-Marocco
Il 19 luglio il governo statunitense ha consegnato al Marocco Abdellatif Nacer, un marocchino detenuto nella base di Guantanamo. Si tratta del primo trasferimento di un prigioniero dalla base statunitense a Cuba da quando è entrato in carica il presidente Joe Biden. Trentanove persone sono attualmente detenute a Guantanamo.

Ambiente
Il 20 luglio l’Agenzia internazionale dell’energia (Aie) ha annunciato che le emissioni globali di anidride carbonica raggiungeranno livelli record nel 2023 e continueranno ad aumentare negli anni successivi. Secondo l’Aie, le misure prese dai governi per accelerare la transizione verso fonti di energia pulite sono del tutto insufficienti.