17 settembre 2021 12:09

Russia
Il 17 settembre gli elettori hanno cominciato a votare per delle elezioni legislative che si svolgono in tre giorni a causa della pandemia di covid-19. I primi seggi ad aprire sono stati quelli della Kamčatka e della Čukotka, nell’estremo oriente russo. In assenza di una reale opposizione, il partito Russia unita del presidente Vladimir Putin è il grande favorito del voto, anche se è in calo nei sondaggi. Intanto, il portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov ha rivelato che Apple e Google si sono conformati alla legislazione russa sopprimendo un’app dell’opposizione che incoraggiava a votare contro i candidati legati al potere.

Armenia-Azerbaigian
Il 16 settembre l’Armenia ha presentato un ricorso alla Corte internazionale di giustizia (Cig) contro l’Azerbaigian, accusato di discriminazioni razziali nei confronti dei cittadini armeni. Secondo Erevan, Baku promuove politiche discriminatorie da decenni, che si sono inasprite dopo il recente conflitto nel Nagorno Karabakh.

Germania
Herbert Reul, ministro dell’interno del land del Nordreno-Westfalia, ha annunciato il 16 settembre l’arresto di un siriano di sedici anni e di altre tre persone coinvolte nella pianificazione di un attentato contro una sinagoga ad Hagen, in occasione della celebrazione ebraica dello Yom Kippur. La celebrazione, che si sarebbe dovuta svolgere la sera del 15 settembre, è stata annullata dopo la segnalazione di un attacco imminente da parte di un servizio segreto estero.

Guinea
Il 16 settembre i capi di stato della Comunità economica degli stati dell’Africa occidentale, riuniti ad Accra, in Ghana, hanno annunciato delle sanzioni mirate contro gli autori del recente colpo di stato in Guinea. I quindici leader presenti hanno anche chiesto alla giunta militare guidata da Mamady Doumbouya di accelerare la fase di transizione e di organizzare le elezioni entro sei mesi.

Somalia
Il 16 settembre il presidente Mohamed Abdullahi Mohamed, conosciuto come “Farmajo”, ha ritirato alcuni poteri esecutivi al primo ministro Mohamed Hussein Roble. I due leader sono ai ferri corti dal 5 settembre, quando Roble ha licenziato il capo dei servizi segreti Fahad Yasin per la gestione di un’inchiesta sulla scomparsa a fine giugno di un’agente segreta di 25 anni, Ikran Tahlil.

Ambiente
Secondo il rapporto annuale “United in science 2021”, messo a punto da varie agenzie delle Nazioni Unite in collaborazione con alcuni scienziati e presentato il 16 settembre, limitare il riscaldamento globale a 1,5 gradi Celsius rispetto all’era preindustriale è impossibile in assenza di una riduzione immediata e molto significativa delle emissioni di gas a effetto serra. Gli autori del rapporto prevedono conseguenze catastrofiche per il pianeta e per i suoi abitanti.