03 novembre 2021 10:43

Stati Uniti
Il repubblicano Glenn Youngkin è stato eletto il 2 novembre governatore della Virginia, mettendo fine a otto anni di governo democratico dello stato. Secondo i risultati parziali, Youngkin ha preceduto di 2,7 punti il democratico Terry McAuliffe. Lo stesso giorno l’ex poliziotto afroamericano Eric Adams, democratico, è stato eletto sindaco di New York. È il secondo sindaco nero nella storia della metropoli, dopo David Dinkins.

Afghanistan
Il 2 novembre almeno venti persone sono morte e decine sono rimaste ferite in un attentato contro l’ospedale militare Sardar Mohammad Dawood Khan a Kabul. Tra le vittime c’è il capo delle forze militari dei taliban nella capitale, Hamdullah Mokhlis. L’attentato è stato rivendicato dal gruppo Stato islamico.

Etiopia
Il 2 novembre il governo ha proclamato lo stato d’emergenza in tutto il paese e ha ordinato agli abitanti di Addis Abeba di prepararsi a difendere i loro quartieri, alimentando i timori di una possibile avanzata dei ribelli del Fronte popolare di liberazione del Tigrai (Tplf). Nei giorni scorsi i ribelli avevano annunciato la conquista di due città della regione Amara, Kombolcha e Dessie, che si trovano a circa quattrocento chilometri dalla capitale.

Repubblica Centrafricana
La guardia presidenziale ha aperto il fuoco il 2 novembre a Bangui contro un autobus della missione Minusca delle Nazioni Unite, ferendo dieci caschi blu egiziani. La Minusca ha denunciato un attacco “intenzionale e inqualificabile”, mentre la guardia presidenziale ha accusato i militari egiziani di aver scattato delle foto della residenza del capo dello stato Faustin-Archange Touadéra e di aver rifiutato di fermare il veicolo.

Nigeria
Il bilancio del crollo di un grattacielo di ventuno piani in costruzione a Lagos, avvenuto il 1 novembre, è salito ad almeno venti vittime. Nove operai sono stati estratti vivi dalle macerie, ma molti altri risultano ancora dispersi.

Svizzera
Il 2 novembre lo svizzero Joseph Blatter e il francese Michel Platini, rispettivamente ex presidenti di Fifa e Uefa, le massime organizzazioni calcistiche nel mondo e in Europa, sono stati incriminati per truffa e appropriazione indebita e rischiano una condanna fino a cinque anni di prigione. Il caso riguarda il pagamento illecito di due milioni di franchi svizzeri (circa 1,9 milioni di euro) da parte della Fifa a Platini.

Ambiente
Il 2 novembre, nel secondo giorno della conferenza sul clima Cop26 in corso a Glasgow, più di cento paesi si sono impegnati a ridurre del 30 per cento le loro emissioni di metano entro il 2030. I firmatari rappresentano circa il 40 per cento delle emissioni mondiali di metano, un potente gas serra che contribuisce al riscaldamento globale. Tra i firmatari non ci sono però paesi come Cina, India, Australia e Russia.