12 novembre 2021 10:50

Ambiente
Il 12 novembre si chiude a Glasgow la conferenza delle Nazioni Unite sul clima Cop26. Il segretario generale dell’Onu António Guterres ha avvertito che difficilmente i governi prenderanno gli impegni di taglio alle emissioni di gas serra necessari per contenere l’aumento della temperatura a 1,5 gradi rispetto all’era preindustriale. Le ultime proiezioni indicano un aumento di 2,7 gradi che avrebbe conseguenze catastrofiche per il pianeta e per l’umanità.

Cina
Il Partito comunista cinese (Pcc) ha approvato l’11 novembre una risoluzione per il suo centenario che eleva il presidente Xi Jinping tra le icone del regime, al pari di Mao Zedong e Deng Xiaoping. Nella risoluzione si legge che il Pcc, al potere da 72 anni, “ha scritto le pagine più gloriose della storia millenaria del paese”.

Birmania
Il 12 novembre il giornalista statunitense Danny Fenster è stato condannato a undici anni di prigione con l’accusa “d’incitamento alla dissidenza, associazione illegale e violazione della legge sull’immigrazione”. In una procedura distinta Fenster è perseguito anche per “terrorismo e sedizione”, un capo d’imputazione che prevede pene fino all’ergastolo. Fenster, 37 anni, era stato arrestato a maggio mentre cercava di lasciare il paese.

Russia
L’11 novembre l’ong per i diritti umani Memorial ha annunciato che la procura generale ha presentato un ricorso alla corte suprema per chiedere la sua dissoluzione. L’ong, fondata nel 1989, è accusata di “violazioni sistematiche della legge sugli agenti stranieri”.

Stati Uniti
Una corte d’appello ha accolto l’11 novembre un ricorso dell’ex presidente Donald Trump e ha sospeso temporaneamente la trasmissione di documenti della Casa Bianca alla commissione d’inchiesta parlamentare che indaga sull’assalto al congresso del 6 gennaio 2021. I documenti potrebbero aiutare a capire se Trump era a conoscenza dell’assalto nei giorni precedenti. Una decisione finale dovrebbe essere presa il 30 novembre, ma la questione potrebbe finire alla corte suprema.

Sudan
L’11 novembre il generale Abdel Fattah al Burhan, capo della giunta militare al potere dal colpo di stato del 25 ottobre, ha nominato un consiglio di sovranità che avrà il compito di governare il paese. Tra i quattordici membri del consiglio ci sono anche alcuni civili, nessuno dei quali faceva però parte della coalizione alla guida del paese prima del golpe.

Sudafrica
L’11 novembre Frederik de Klerk, l’ultimo presidente bianco del paese, è morto a 85 anni nella sua casa di Città del Capo. Arrivato al potere nel 1989 all’epoca dell’apartheid, ordinò la liberazione di Nelson Mandela e guidò la transizione alla democrazia. Nel 1993 ricevette insieme a Mandela il Nobel per la pace.