14 dicembre 2021 10:34

Stati Uniti-Afghanistan
Il 13 dicembre il dipartimento della difesa statunitense ha annunciato che non saranno perseguiti i militari statunitensi coinvolti in un raid con un drone che ad agosto ha causato la morte di dieci civili, tra cui sette bambini, nella capitale afgana Kabul. Il raid, il cui obiettivo era un’automobile che si pensava fosse carica di esplosivi, era stato condotto nelle fasi finali dell’evacuazione delle truppe statunitensi dall’Afghanistan.

Danimarca
Il 13 dicembre l’ex ministra dell’immigrazione Inger Støjberg è stata condannata a due mesi di prigione per aver ordinato nel 2016 la separazione di giovani coppie di richiedenti asilo. I ventisei giudici della corte speciale di giustizia, che si riunisce solo per giudicare esponenti attuali e passati del governo, hanno stabilito che Støjberg ha violato la Convenzione europea dei diritti umani (Cedu).

Svezia
La giustizia svedese ha aperto il 13 dicembre un’inchiesta su una collisione avvenuta al largo delle coste del paese tra un cargo britannico e un piccolo cargo danese, che ha causato un morto e un disperso. Un croato di 56 anni e un britannico di 30 anni, che erano a bordo del cargo britannico, sono accusati di aver causato la collisione per “negligenza”, mentre erano in stato di ubriachezza.

Paesi Bassi
Il 13 dicembre, dopo nove mesi di trattative, quattro partiti hanno raggiunto un accordo per formare un governo di coalizione, che sarà guidato dal premier uscente Mark Rutte. Ne faranno parte due formazioni di centrodestra, il Partito popolare per la libertà e la democrazia (Vvd) del premier Rutte e l’Appello cristianodemocratico (Cda), uno di centro, l’Unione cristiana (Cu), e uno di centrosinistra, i Democratici 66 (D66).

Tunisia
Il 13 dicembre il presidente Kais Saied ha prorogato la sospensione del parlamento fino alle prossime elezioni legislative, previste nel dicembre 2022. Saied ha anche annunciato che il 25 luglio si terrà un referendum per approvare alcune riforme costituzionali che saranno elaborate nei prossimi mesi. Nel luglio scorso Saied aveva sospeso il parlamento arrogandosi i pieni poteri.

India
Un commando armato ha aperto il fuoco il 13 dicembre contro un pullman delle forze di sicurezza vicino a Srinagar, nel Kashmir indiano, uccidendo due poliziotti e ferendone quattordici. L’attacco è stato attribuito alle Tigri del Kashmir, una milizia legata al gruppo islamista Jaish e Mohammed (Jem).

Ambiente
Il 13 dicembre la Russia ha messo il veto al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite a un progetto di risoluzione presentato dal Niger e dall’Irlanda che stabiliva un legame generico tra la crisi climatica e la sicurezza nel mondo. Il testo era sostenuto da dodici dei quindici membri del Consiglio. Ha votato contro anche l’India, che però non ha diritto di veto, mentre la Cina si è astenuta.