04 gennaio 2022 11:03

Stati Uniti
Il 3 gennaio un tribunale federale della California ha riconosciuto colpevole di truffa Elizabeth Holmes, fondatrice della Theranos, una startup della Silicon valley che puntava a rivoluzionare il settore delle analisi del sangue. Holmes, 37 anni, è accusata di aver mentito agli investitori su presunte tecnologie per “diagnosticare le malattie con poche gocce di sangue”. Holmes rischia una condanna a decine di anni di prigione.

Colombia
Il 3 gennaio il ministero della difesa ha annunciato che almeno 23 persone sono morte nei combattimenti tra gruppi armati rivali nel dipartimento nordorientale di Arauca, vicino al confine venezuelano. A scontrarsi sarebbero stati elementi dell’Eln, l’ultimo gruppo ribelle ancora attivo nel paese, e dissidenti delle Farc contrari all’accordo di pace del 2016.

Spagna
Secondo un rapporto presentato il 3 gennaio dall’ong Caminando fronteras, 4.404 migranti sono morti nel 2021 mentre cercavano di raggiungere il paese via mare. I corpi del 94 per cento delle vittime non sono stati ritrovati. Nel 2020 le vittime erano state meno della metà (2.170).

Penisola coreana
Il ministero della difesa sudcoreano ha affermato il 3 gennaio che l’uomo che due giorni prima ha raggiunto la Corea del Nord via terra attraversando la zona smilitarizzata che divide i due paesi dovrebbe essere un ginnasta nordcoreano che nel novembre 2020 aveva compiuto il percorso inverso. Al momento non sono emerse prove di “attività di spionaggio”.

Cina
Il 4 gennaio l’attivista per la democrazia Chow Hang-tung è stata condannata a quindici mesi di prigione per aver contribuito a organizzare una veglia di commemorazione del massacro di piazza Tiananmen. Chow, 36 anni, era già stata condannata a dodici mesi per fatti legati alle veglie vietate dalle autorità nel 2020 e nel 2021.

Iraq
Il 3 gennaio, nel secondo anniversario dell’omicidio del generale iraniano Qassem Soleimani, le forze statunitensi hanno abbattuto due droni dotati di esplosivi diretti verso una base che ospita i soldati della coalizione antijihadista all’aeroporto di Baghdad. Il 4 gennaio altri due droni simili sono stati abbattuti vicino alla base aerea Ayn al Asad, nell’ovest del paese.

Egitto
La procura ha ordinato il 3 gennaio la scarcerazione dell’attivista egiziano-palestinese Ramy Shaath, detenuto da più di due anni per aver “alimentato disordini contro lo stato”. Shaath, 50 anni, esponente di primo piano della rivoluzione del 2011, è il coordinatore per l’Egitto del movimento Bds (Boycott, divestment, sanctions), che promuove il boicottaggio d’Israele in risposta all’occupazione dei Territori palestinesi.