17 gennaio 2022 10:58

Tonga
Il 17 gennaio aerei neozelandesi hanno effettuato dei voli di ricognizione sull’arcipelago per valutare i danni causati dall’eruzione del vulcano sottomarino Hunga Tonga-Hunga Ha’apai e dal successivo tsunami. I danni materiali nel paese sarebbero “consistenti” e la rottura di un cavo sottomarino potrebbe lasciare gli abitanti senza internet per due settimane, ma non sono state segnalate vittime. Due donne sono morte annegate a causa dello tsunami su una spiaggia in Perù, a più di diecimila chilometri di distanza.

Australia
Il 16 gennaio il tennista serbo Novak Djokovic, numero uno al mondo, è stato espulso dal paese dopo che è stato respinto un ultimo ricorso contro la revoca del visto decisa dal ministro dell’immigrazione Alex Hawke. Djokovic, che era arrivato nel paese per giocare gli Open, non è vaccinato contro il covid-19 e ha ammesso una falsa dichiarazione nei suoi documenti di viaggio, attribuita a un errore del suo agente.

Stati Uniti-Regno Unito
Le autorità statunitensi hanno lanciato il 16 gennaio un’inchiesta internazionale sul gesto compiuto dal britannico Malik Faisal Akram, che sabato ha tenuto alcune persone in ostaggio in una sinagoga del Texas prima di essere ucciso dalla polizia. Due persone sono state arrestate a Manchester, nel Regno Unito, in collegamento con l’episodio, che il presidente statunitense Joe Biden ha definito un “atto terroristico”. Durante la presa d’ostaggi Akram avrebbe chiesto la scarcerazione di Aafia Siddiqui, una scienziata pachistana condannata nel 2020 a 86 anni di prigione da un tribunale federale di New York.

Ucraina-Russia
Il 16 gennaio il ministero per la transizione digitale ucraino ha affermato di avere le “prove” del coinvolgimento della Russia in un ciberattacco che nella notte tra giovedì e venerdì ha reso inaccessibili per alcune ore dei siti governativi. Kiev e i suoi alleati occidentali accusano Mosca di aver schierato le truppe al confine tra i due paesi in vista di una possibile invasione.

Portogallo
Il 16 gennaio si è aperta la campagna elettorale per le elezioni legislative anticipate del 30 gennaio. Il Partito socialista guidato dal premier Ántonio Costa è il grande favorito del voto, ma potrebbe avere delle difficoltà a formare una maggioranza stabile. Il centrodestra sarà guidato da Rui Rio, ex sindaco di Porto.

Somalia
Il portavoce del governo Mohamed Ibrahim Moalimuu è rimasto ferito il 16 gennaio in un attentato suicida contro l’automobile su cui viaggiava a Mogadiscio. L’attacco, in cui sono rimaste ferite altre due persone, è stato attribuito al gruppo jihadista Al Shabaab.

Mali
Il 16 gennaio l’ex presidente Ibrahim Boubacar Keïta, deposto nell’agosto 2020 durante un colpo di stato militare, è morto a 76 anni nella sua casa di Bamako. Keïta ha guidato il paese per quasi sette anni, a partire dal settembre 2013.