30 maggio 2022 10:47

Colombia
Il candidato di sinistra Gustavo Petro è arrivato in testa nel primo turno delle elezioni presidenziali del 29 maggio. L’ex sindaco di Bogotá ha ottenuto il 40,32 per cento dei voti, contro il 28,20 per cento dell’imprenditore populista Rodolfo Hernández. Il grande sconfitto è il candidato della destra tradizionale Federico Gutiérrez, sostenuto dall’attuale presidente Iván Duque, che si è fermato al 23,87 per cento. Il secondo turno è previsto il 19 giugno.

Brasile
Il 29 maggio la protezione civile dello stato di Pernambuco, nel nordest del paese, ha annunciato che il bilancio delle frane e delle alluvioni causate da una tempesta vicino al capoluogo Recife è salito a settantanove morti e cinquantasei dispersi. A febbraio 233 persone erano morte nelle frane e nelle alluvioni causate dalle piogge torrenziali a Petrópolis, nello stato di Rio de Janeiro.

Stati Uniti
Il 29 maggio il dipartimento della giustizia ha annunciato l’apertura di un’inchiesta sul comportamento della polizia durante la strage compiuta il 24 maggio da un ragazzo di 18 anni, Salvador Ramos, in una scuola elementare a Uvalde, in Texas. I diciannove agenti presenti sul posto hanno aspettato un’ora l’arrivo di un’unità specializzata prima d’intervenire per mettere fine al massacro, in cui sono morti diciannove bambini e due insegnanti.

Ucraina-Russia
Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha raggiunto il 29 maggio Charchiv, nell’est del paese, per la prima volta dall’inizio dell’invasione russa. Intanto, il 30 maggio Serhyj Hajdaj, governatore della regione orientale di Luhansk, una delle due che compongono il Donbass, ha affermato che le forze russe stanno avanzando verso il centro di Sjevjerodoneck.

Israele-Palestina
Il 29 maggio decine di migliaia di israeliani hanno partecipato alla “sfilata delle bandiere”, un evento nazionalista che celebra la conquista di Gerusalemme Est nella guerra dei sei giorni. La presidenza palestinese ha affermato che Israele “sta giocando con il fuoco”. I palestinesi considerano infatti una provocazione la sfilata nella parte araba della città, occupata nel 1967.

Iraq-Turchia
Il 29 maggio il ministero della difesa di Ankara ha annunciato che due soldati turchi sono morti tra il 27 e il 28 maggio nel corso di un’operazione contro i ribelli curdi di Turchia nel nord dell’Iraq. Il bilancio dei soldati turchi morti nell’operazione, lanciata il 24 maggio, sale così a otto.

Sudan
Il generale Abdel Fattah al Burhan, capo della giunta militare al potere, ha revocato il 29 maggio lo stato d’emergenza in vigore dal colpo di stato militare del 25 ottobre 2021. Secondo un comunicato del consiglio guidato da Al Burhan, l’obiettivo è “favorire il dialogo”. Circa cento manifestanti per la democrazia sono rimasti uccisi negli ultimi mesi nella repressione.