23 giugno 2022 11:22

Afghanistan
Il bilancio del terremoto di magnitudo 5,9 sulla scala Richter che il 22 giugno ha colpito la provincia di Paktika, nell’est del paese, è salito ad almeno mille morti e 1.500 feriti. Più di duemila case sono state distrutte. Il governo dei taliban ha lanciato un appello alla comunità internazionale e alle organizzazioni umanitarie. Il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha annunciato l’invio di squadre di primo soccorso con cibo e medicinali.

Birmania
Il 23 giugno la giunta militare al potere ha annunciato che l’ex premier di fatto Aung San Suu Kyi è stata trasferita in un complesso penitenziario della capitale Naypyidaw, dov’è stata messa in isolamento. La premio Nobel per la pace si trovava agli arresti domiciliari in un luogo segreto dal colpo di stato del 1 febbraio 2021.

Turchia-Arabia Saudita
Il 22 giugno il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman è stato ricevuto dal presidente turco Recep Tayyip Erdoğan nel corso di una prima visita ufficiale ad Ankara, in Turchia, che apre una nuova era nei rapporti tra i due paesi dopo le tensioni legate all’omicidio del giornalista saudita Jamal Khashoggi. Il 31 marzo la procura di Istanbul aveva “chiuso” il processo a ventisei sauditi accusati di essere coinvolti nell’omicidio di Khashoggi, avvenuto nell’ottobre 2018 a Istanbul, trasferendo il dossier all’Arabia Saudita. L’obiettivo era migliorare i rapporti con Riyadh per ottenere aiuti economici.

Regno Unito
Il governo ha presentato in parlamento il 22 giugno un progetto di legge che permette di aggirare i ricorsi della Corte europea dei diritti umani. La decisione è stata presa dopo che il 14 giugno Londra aveva dovuto annullare, a causa di un ricorso della corte, un primo volo organizzato per trasferire in Ruanda alcuni migranti entrati senza documenti nel paese. Il 14 aprile il primo ministro Boris Johnson aveva annunciato un accordo con il Ruanda sull’accoglienza ai migranti in cambio di finanziamenti, con l’obiettivo di scoraggiare le traversate della Manica.

Bulgaria
Il 22 giugno il governo guidato dal liberale filoeuropeo Kiril Petkov si è dimesso dopo che il parlamento ha approvato, con 123 voti a favore e 116 contrari, una mozione di sfiducia. L’opposizione aveva motivato la mozione con il “fallimento della politica economica e finanziaria” dell’esecutivo. Se i partiti non riusciranno a formare un nuovo governo si andrà alle elezioni legislative anticipate.

Messico
Il 22 giugno Maru Campos, governatrice dello stato di Chihuahua, nel nord del paese, ha annunciato il ritrovamento dei corpi di due gesuiti e di una guida turistica assassinati il 20 giugno in una chiesa a Cerocahui. Il presunto autore del triplice omicidio, José Noriel Portillo, un narcotrafficante di 30 anni, è attualmente ricercato. Nel 2018 aveva ucciso un turista statunitense.

Argentina
Un giudice di San Isidro ha annunciato il 22 giugno che otto tra medici e infermieri saranno processati per la morte di Diego Armando Maradona, avvenuta nel novembre 2020 per arresto cardiorespiratorio durante la convalescenza per un intervento chirurgico. Sono accusati di omicidio colposo per aver fornito cure inadeguate.