11 agosto 2022 11:22

Ucraina-Russia
I ministri degli esteri del G7 hanno chiesto alla Russia di restituire immediatamente all’Ucraina il controllo della centrale nucleare di Zaporižžja e accusano Mosca di mettere in pericolo l’intera regione. Durante la settimana l’impianto e l’area circostante sono stati oggetto di bombardamenti, ma Russia e Ucraina si incolpano l’un l’altra per gli attacchi. Il complesso, il più grande d’Europa, è sotto occupazione russa dall’inizio di marzo, anche se lo gestiscono ancora i tecnici ucraini.

Francia
Un incendio “mostruoso” sta devastando la regione di Landiras, vicino alla zona vinicola di Bordeaux, ha dichiarato il 10 agosto Gregory Allione del corpo francese dei vigili del fuoco. Questa settimana gli incendi hanno devastato la regione della Gironda, vicino a Bordeaux, nel sud-ovest della Francia, distruggendo case e costringendo diecimila residenti a lasciare le loro abitazioni.

Stati Uniti
L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha rifiutato di rispondere alle domande della procuratrice dello stato di New York sulle dichiarazioni al fisco della sua azienda. La Trump organization è accusata di aver ingannato le autorità sul valore dei suoi beni per ottenere prestiti favorevoli e agevolazioni fiscali. Trump nega di aver commesso illeciti e ha definito l’indagine civile una “caccia alle streghe”.

Cina
Il 10 agosto l’ambasciatore cinese in visita a Mosca ha definito gli Stati Uniti il “principale istigatore” della guerra in Ucraina e ha accusato Washington di voler “schiacciare” la Russia. L’ambasciatore Zhang Hanhui ha affermato che gli Stati Uniti hanno messo la Russia all’angolo con l’espansione dell’alleanza di difesa della Nato e con il sostegno alle forze che cercano di allineare l’Ucraina all’Unione europea.

Sierra Leone
Le proteste contro il costo della vita sono sfociate in una rivolta nella capitale Freetown il 10 agosto, con due agenti delle forze di sicurezza picchiati a morte da una folla che chiedeva l’allontanamento del presidente, che in serata ha invitato la popolazione a “mantenere la calma”. In una trasmissione in diretta nazionale, il vicepresidente Mohamed Juldeh Jalloh ha annunciato un coprifuoco su tutto il territorio nazionale.

Argentina
Diverse migliaia di persone hanno manifestato il 10 agosto a Buenos Aires, alcune delle quali si sono accampate per tutta la notte davanti alla presidenza, per chiedere al ministro dell’economia Sergio Massa salari più alti. Si prevede che l’indice di inflazione di luglio eroderà ulteriormente il potere d’acquisto degli argentini.