01 settembre 2022 11:31

Cina
La “detenzione arbitraria e discriminatoria” degli uiguri e di altri musulmani nella regione dello Xinjiang da parte della Cina potrebbe costituire un crimine contro l’umanità, ha dichiarato il 31 agosto l’alta commissaria per i diritti umani delle Nazioni Unite, Michelle Bachelet, che sta per lasciare l’incarico. Nello Xinjiang sono state commesse “gravi violazioni dei diritti umani nel contesto dell’applicazione da parte del governo di strategie antiterrorismo”, si legge nel rapporto. La Cina ha negato con forza qualsiasi abuso nello Xinjiang, aggiungendo che l’Onu “non dovrebbe interferire negli affari interni del paese”.

Ucraina
La delegazione dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (Aiea) visiterà la centrale nucleare ucraina di Zaporižžja, occupata dai russi, nonostante i bombardamenti sulla strada che porta all’impianto, ha dichiarato il direttore generale Rafael Grossi il 1 settembre. “Ci sono state attività militari, anche questa mattina, pochi minuti fa, ma non ci fermeremo”, ha detto ai giornalisti.

Unione europea
L’Unione europea ha deciso di sospendere completamente l’accordo sui visti semplificati stipulato con la Russia nel 2007 e di intensificare i controlli sulle future domande presentate dai cittadini russi. La sospensione dell’accordo dovrebbe ostacolare il processo di richiesta del visto, rendendolo molto più costoso e lungo. La decisione politica, presa in risposta all’invasione dell’Ucraina, non prevede la revoca assoluta di rilascio dei visti voluto dai paesi europei confinanti con la Russia.

Kazakistan
Il 1 settembre il presidente Kassym-Jomart Tokaev ha proposto di tenere un’elezione presidenziale anticipata in autunno e di ridurre il mandato del capo di stato a sette anni. Parlando in parlamento, Tokaev ha anche proposto di anticipare le elezioni parlamentari. La mossa segue la destituzione del predecessore di Tokaev in seguito ai violenti disordini di gennaio che causarono duecento morti e al successivo referendum costituzionale indetto da Tokaev.

Messico
“La violenza contro le donne continua a essere una sfida nel paese e costituisce un problema di salute pubblica”, ha dichiarato il 30 agosto in una conferenza stampa Graciela Márquez, presidente dell’agenzia statistica nazionale Inegi. La violenza contro le donne e le ragazze in Messico è aumentata negli ultimi cinque anni: sette donne su dieci hanno dichiarato di averne subìto una qualche forma. La nuova strategia di sicurezza messa in atto dall’attuale presidente, Andrés Manuel López Obrador, non è riuscita a diminuire le violenze nel paese.

Stati Uniti
Il secondo tentativo di lancio del suo nuovo razzo lunare della Nasa è previsto per il 3 settembre, hanno dichiarato i funzionari dell’agenzia spaziale durante una conferenza stampa il 30 agosto. I responsabili della missione hanno elaborato un piano che sperano possa risolvere un problema al motore del razzo riscontrato durante il primo tentativo di lancio avvenuto il 29 agosto.