08 settembre 2022 11:39

Ucraina-Russia
Il 7 settembre il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha annunciato che l’esercito ha ripreso alcune località nella regione di Charkiv, nell’est del paese, occupate da mesi dalle forze russe. Intanto, oggi è prevista nella base statunitense di Ramstein, in Germania, una riunione dei ministri della difesa di più di quaranta paesi alleati dell’Ucraina, con la partecipazione del segretario generale della Nato Jens Stoltenberg.

Albania-Iran
Il primo ministro albanese Edi Rama ha annunciato il 7 settembre la rottura delle relazioni diplomatiche con l’Iran, accusato di aver condotto a luglio un attacco informatico contro infrastrutture governative. Il personale dell’ambasciata a Tirana dovrà lasciare il paese entro ventiquattr’ore. Teheran ha smentito il suo coinvolgimento nell’attacco.

Brasile
Il 7 settembre centinaia di migliaia di sostenitori del presidente Jair Bolsonaro hanno partecipato alle parate militari e alle celebrazioni organizzate a Brasília e a Rio de Janeiro in occasione del bicentenario dell’indipendenza. L’opposizione ha accusato Bolsonaro di sfruttare la festa nazionale a fini elettorali. Il primo turno delle elezioni presidenziali è previsto il 2 ottobre. Secondo un sondaggio recente, l’ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva è in testa con il 45 per cento dei voti, contro il 32 per cento di Bolsonaro.

Perù
Il 7 settembre il Coordinamento delle organizzazioni indigene del bacino amazzonico (Coica) ha espresso la sua soddisfazione per il riconoscimento da parte del governo peruviano dei diritti di cinque popoli autoctoni, avvenuto nello scorso fine settimana. Lima ha riconosciuto i diritti dei popoli aewa, taushiro, tagaeri, taromenane e zaparo, e annunciato la creazione di una grande riserva nella regione di Loreto, nel nord del paese.

Canada
Myles Sanderson, accusato di aver ucciso a colpi di coltello, insieme al fratello Damien, dieci persone nella comunità indigena di James Smith e nella cittadina di Weldon, nella provincia del Saskatchewan, è morto il 7 settembre poco dopo il suo arresto. Due giorni prima la polizia aveva trovato il corpo senza vita di Damien Sanderson. I due fratelli avevano condotto l’attacco il 4 settembre.

Nazioni Unite
Secondo un rapporto del Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo, presentato l’8 settembre, l’indice di sviluppo umano ha registrato un calo per due anni consecutivi, nel 2020 e nel 2021, per la prima volta dalla sua creazione trent’anni fa. Il calo dell’indice – che prende in considerazione l’aspettativa di vita, l’istruzione e il reddito – è dovuto al sovrapporsi di varie crisi internazionali, in particolare la pandemia di covid-19.