09 settembre 2022 10:20

Regno Unito
L’8 settembre la regina Elisabetta II è morta a 96 anni nel castello di Balmoral, in Scozia, a causa di un improvviso deterioramento delle sue condizioni di salute. Regnava da più di settant’anni. Il suo primogenito Carlo è diventato re nel momento esatto del decesso, assumendo il nome di Carlo III. Il nuovo re, 73 anni, terrà oggi a Londra un discorso alla nazione. Il principe William è il nuovo erede al trono.

Ucraina-Russia
Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha affermato l’8 settembre che l’esercito ha ripreso Balaklija, una cittadina di 27mila abitanti nella regione di Charkiv. La settimana scorsa le forze ucraine hanno lanciato una controffensiva nelle regioni di Charkiv (est) e Cherson (sud). Intanto, nel corso di una visita a sorpresa a Kiev, il segretario di stato statunitense Antony Blinken ha annunciato nuovi aiuti all’Ucraina da 2,7 miliardi di dollari, di cui 675 milioni di forniture dirette di armi.

Unione europea
L’8 settembre la Banca centrale europea (Bce) ha alzato i tassi d’interesse di 75 punti base per contrastare l’inflazione, che ad agosto ha raggiunto il 9,1 per cento nell’eurozona. Il tasso sulle operazioni principali è passato dallo 0,50 all’1,25 per cento. A luglio la Bce aveva già annunciato un rialzo dei tassi di 50 punti base, il primo da più di dieci anni.

Corea del Nord
Il 9 settembre l’agenzia di stampa statale Kcna ha annunciato l’adozione di una legge che autorizza il regime a condurre attacchi atomici preventivi per rispondere a eventuali minacce e definisce “irreversibile” lo status di potenza nucleare del paese. Quest’anno Pyongyang ha condotto numerosi test missilistici, tra cui il lancio, per la prima volta dal 2017, di un missile balistico intercontinentale.

Australia
Il governo guidato dal nuovo premier laburista Anthony Albanese ha approvato l’8 settembre un piano di contrasto al riscaldamento climatico che prevede un taglio alle emissioni del 43 per cento entro il 2030 e la neutralità carbonica entro il 2050. Negli ultimi anni l’Australia, uno dei principali esportatori di carbone del mondo, ha subìto pesantemente le conseguenze della crisi climatica, con incendi e alluvioni devastanti.

Nazioni Unite
L’8 settembre l’austriaco Volker Türk è stato nominato alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, in sostituzione dell’ex presidente cilena Michelle Bachelet, il cui mandato è scaduto il 31 agosto. Türk, 57 anni, è uno stretto collaboratore del segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres.