26 settembre 2022 11:00

Belgio-Paesi Bassi
Il 25 settembre la procura federale belga ha annunciato l’arresto nei Paesi Bassi di quattro olandesi accusati di progettare il rapimento del ministro della giustizia belga Vincent Van Quickenborne. Il ministro, sottoposto a sorveglianza rafforzata, ha affermato che la lotta alla criminalità organizzata andrà avanti. Secondo la procura, gli arresti sono legati a un traffico internazionale di droga.

Svizzera
Il 50,6 per cento degli elettori ha approvato il 25 settembre un referendum che prevede l’aumento a 65 anni dell’età della pensione per le donne. L’obiettivo è rendere sostenibile il sistema pensionistico. Il 63 per cento degli elettori ha invece bocciato un referendum per vietare gli allevamenti intensivi.

Cuba
Il 25 settembre gli elettori sono andati alle urne per un referendum sul nuovo codice della famiglia, sostenuto dal governo, che legalizza i matrimoni omosessuali e l’adozione da parte di coppie dello stesso sesso. Il testo, che definisce il matrimonio come “unione di due persone”, autorizza anche la maternità surrogata senza fini di lucro.

Penisola coreana
Il 26 settembre la Corea del Sud e gli Stati Uniti hanno avviato le prime esercitazioni navali congiunte da cinque anni nella penisola coreana. Le manovre militari dureranno quattro giorni. Il giorno prima il regime nordcoreano aveva lanciato un missile balistico nel mar del Giappone. Il 29 settembre è invece prevista una visita a Seoul della vicepresidente statunitense Kamala Harris, che sarà ricevuta dal presidente sudcoreano Yoon Suk-yeol.

Bangladesh
La polizia del sottodistretto di Boda ha annunciato il 26 settembre che almeno trentadue persone sono morte nel naufragio di un’imbarcazione che trasportava pellegrini indù sul fiume Karotoa, nel nord del paese. Altre sessanta persone risultano disperse. Secondo il capo della polizia locale, Sirajul Huda, l’imbarcazione era sovraccarica.

Filippine
Il 26 settembre le autorità hanno annunciato che almeno sei persone sono morte nel passaggio sul paese del tifone Noru, con venti fino a 195 chilometri all’ora. Tra le vittime ci sono cinque soccorritori travolti dal muro di un edificio nella provincia di Bulacan, sull’isola settentrionale di Luzon. La sesta vittima è un uomo travolto da una frana su un’isola della provincia di Quezon.