30 settembre 2022 10:44

Ucraina-Russia
Il 30 settembre il presidente russo Vladimir Putin annuncerà l’annessione, considerata illegale dalla comunità internazionale, delle regioni ucraine di Donetsk, Luhansk, Cherson e Zaporižžja. Delle regioni di Cherson e Zaporižžja è annessa solo una parte. Lo stesso giorno le autorità ucraine hanno accusato l’esercito russo di aver ucciso 23 civili in un raid contro un convoglio umanitario nella regione meridionale di Zaporižžja. Il 29 settembre il senato statunitense ha approvato nuovi aiuti all’Ucraina per dodici miliardi di dollari.

Afghanistan
Il 30 settembre almeno diciannove persone, in maggioranza ragazze, sono morte e 27 sono rimaste ferite in un attentato suicida contro un centro di formazione per studenti a Kabul. L’attentato si è verificato nel quartiere di Dasht-e Barshi, dove vive la minoranza hazara, più volte presa di mira negli ultimi anni dal gruppo Stato islamico.

Iran-Afghanistan
Il governatore della provincia di Teheran Mohsen Mansouri ha annunciato il 29 settembre un giro di vite contro le celebrità – attori, registi, sportivi e musicisti – che “alimentano le proteste” innescate dalla morte, il 16 settembre, di una giovane donna, Mahsa Amini, mentre era in custodia della polizia. Amini era stata fermata a Teheran per violazione della legge sul velo. Secondo l’ong Iran human rights (Ihr), almeno 76 persone sono morte finora nella repressione. Lo stesso giorno il regime afgano dei taliban ha represso una manifestazione di sostegno alle donne iraniane davanti all’ambasciata di Teheran a Kabul.

Penisola coreana
Il 29 settembre la vicepresidente statunitense Kamala Harris ha visitato la zona smilitarizzata al confine tra le due Coree prima di lasciare la Corea del Sud, dove ha incontrato il presidente Yoon Suk-yeol. Prima e dopo la visita di Harris il regime nordcoreano ha lanciato cinque missile balistici nel mar del Giappone.

Ruanda
Il 29 settembre si è aperto davanti a un tribunale delle Nazioni Unite all’Aja, nei Paesi Bassi, il processo al ruandese Félicien Kabuga, accusato di aver finanziato il genocidio del 1994 in Ruanda. Secondo l’accusa Kabuga, 87 anni, ha avuto un ruolo chiave nel genocidio, in cui morirono circa 800mila persone tra tutsi e hutu moderati.

Brasile
Il presidente uscente Jair Bolsonaro e l’ex presidente Luiz Inácio Lula da Silva hanno avuto duri scontri il 29 settembre nell’ultimo dibattito in tv prima delle elezioni presidenziali del 2 ottobre. Secondo un sondaggio pubblicato poche ore prima dall’istituto Datafolha, Lula (sinistra) è in testa con il 48 per cento delle intenzioni di voto, contro il 34 per cento di Bolsonaro.

Stati Uniti
Il 29 settembre è salito ad almeno dodici morti il bilancio delle vittime causate dal passaggio dell’uragano Ian sulla Florida. L’uragano – che si sta dirigendo verso North Carolina, South Carolina e Georgia – ha devastato alcune aree della Florida e lasciato più di due milioni di case senza elettricità. In precedenza l’uragano aveva causato due vittime a Cuba.