L’immagine simula la traiettoria del falco pellegrino (in blu) che sta per attaccare uno storno comune (in verde).

Le notizie di scienza della settimana

L’immagine simula la traiettoria del falco pellegrino (in blu) che sta per attaccare uno storno comune (in verde).
15 aprile 2018 12:33
  • L’analisi del volo del falco pellegrino ha mostrato che l’alta velocità raggiunta in picchiata permette all’uccello di manovrare con più precisione per intercettare la preda.
  • Un fossile trovato nel Regno Unito potrebbe appartenere a un ittiosauro, un rettile marino contemporaneo dei dinosauri. Dal frammento di mascella i ricercatori hanno dedotto che l’animale doveva avere quasi le dimensioni di una balena.
  • È stata annunciata l’iniziativa per vaccinare quasi un miliardo di persone contro la febbre gialla in 27 paesi dell’Africa entro il 2026.
  • La patata dolce potrebbe essere arrivata in Polinesia dall’America senza l’aiuto umano, smentendo un contatto tra le popolazioni americane precolombiane e quelle polinesiane.
  • Per la prima volta sono stati assegnati nomi a crateri, montagne e altri elementi visibili sulla superficie di Caronte, la luna più grande di Plutone. Tra gli altri sono stati ricordati il regista Stanley Kubrick, la nave Argo e il capitano Nemo.
  • Sembrano promettenti i primi risultati di una sperimentazione di un vaccino contro il tumore all’ovaio. Il vaccino sviluppa le resistenze immunitarie contro il cancro.
  • È stato scoperto in Arabia Saudita un frammento fossile di Homo sapiens risalente a circa 85mila anni fa. La scoperta suggerisce che le prime migrazioni umane fuori dall’Africa non sono avvenute solo lungo la costa mediterranea.
  • Il sistema di correnti marine nell’Atlantico, di cui fa parte la corrente del Golfo che riscalda l’Europa, si è indebolito. L’indebolimento è dovuto almeno in parte al cambiamento climatico.
  • Nell’Artico canadese sono stati individuati almeno due laghi salati posti sotto un ghiacciaio. Potrebbero essere rimasti isolati a lungo.
  • Un uomo di 34 anni è dovuto ricorrere alle cure di un pronto soccorso per un grave mal di testa, comparso dopo aver mangiato il peperoncino più piccante del mondo.
  • Secondo uno studio, il consumo giornaliero di alcol dovrebbe essere inferiore alla quantità contenuta in un bicchiere di vino.
  • I caratteri che alcuni animali maschi sviluppano per attirare le femmine, come le penne nei pavoni, possono ridurre la capacità degli animali di adattarsi all’ambiente e aumentare il rischio di estinzione.
pubblicità

Articolo successivo

L’amore secondo Isabelle e gli altri film del weekend
Piero Zardo