12 marzo 2020 14:13

Il virus della Covid-19 contagia anche i bambini. Il loro rischio di infezione è simile a quello del resto della popolazione. Tuttavia, è poco probabile che abbiano dei sintomi particolarmente gravi. Di queste caratteristiche si deve tener conto quando si studiano le misure per limitare la diffusione del contagio. Questi risultati sono emersi da uno studio epidemiologico cinese, ancora preliminare. L’articolo è stato pubblicato sul sito internet medRxiv, in modo da mettere subito a disposizione i risultati. L’articolo non è stato però rivisto da altri esperti, come in genere avviene per le riviste scientifiche.

I ricercatori hanno studiato la situazione di Shenzhen, in Cina. Tra il 14 gennaio e il 12 febbraio sono stati identificati 391 casi, per il 91 per cento con sintomi lievi o moderati. Sono state anche identificate 1.286 persone che avevano avuto contatti con le persone infettate. I ricercatori hanno così definito le modalità di trasmissione del virus. Per esempio, è emerso che gli uomini e le persone anziane tendono a sviluppare sintomi più gravi. Inoltre, il tasso di infezione dei bambini è molto simile a quello degli adulti, circa il 7 per cento. Sembra quindi giustificato includere i bambini nelle misure di contenimento del contagio.