23 luglio 2021 16:47

Nostra figlia di undici anni ha molti amici, che sono spesso a casa da noi. Ho con ognuno di loro un buon rapporto. Questo però la porta ad avere atteggiamenti di gelosia. Devo cambiare io o riuscirà lei, crescendo, a mitigare questa emozione spesso limitante? –Massimo

La rete è piena di articoli che spiegano cosa fare quando non ti piacciono gli amici dei tuoi figli. Ma non sono riuscito a trovare nulla sulla situazione contraria: cosa fare quando ci vai troppo d’accordo? Ti dico come la penso io, con una premessa: amo le case dove gli amici dei figli sono benvenuti, dove possono rimanere per cena all’ultimo momento o fermarsi a dormire. Immagino casa vostra come uno di quei porti sicuri in cui i ragazzi, soprattutto da adolescenti, si sentiranno a loro agio e dove avranno voglia di passare il tempo. Ma il fatto che tua figlia sia gelosa del tuo rapporto con i suoi amici è un campanello d’allarme che indica un piccolo squilibrio.

Forse sente che con loro hai un atteggiamento più amichevole di quello che hai con lei oppure teme che ti trovino più simpatico di lei. Non sarà facile mettere a fuoco la ragione del suo disagio, ma la soluzione è semplice: fai un passo indietro. Così come non è mai sano diventare troppo amici dei propri figli – perché non fa bene al ruolo di genitore – lo stesso vale con i loro compagni: devi essere gentile e ospitale, ma non superare il confine dell’amicizia. Tua figlia ha undici anni e sta imparando faticosamente a gestire i suoi rapporti, e la figura di un padre troppo presente nelle sue dinamiche sociali può renderle la vita difficile.

Questo articolo è uscito sul numero 1419 di Internazionale. Compra questo numero | Abbonati