03 settembre 2021 13:38

Sono diventata madre da poco e vorrei un consiglio su qualche libro o articolo per orientarsi nella conoscenza del neonato.–Gloria

Nel 2006 è uscito un libro di Louis e Joe Borgenicht intitolato Il bebè, manuale d’istruzioni, che si pone come “guida pratica per l’utente, risoluzione dei problemi e consigli utili per la corretta installazione e manutenzione” del bambino. Tra le voci dei capitoli ci sono “attivazione modalità sonno”, “installazione pannolini”, “monitoraggio degli scarichi” e “programmazione delle fasi di rifornimento”. Il libro si apre con l’elenco delle componenti, con tanto di invito a controllarne il corretto funzionamento e, qualora ce ne fosse qualcuna difettosa, di rivolgersi a un centro assistenza autorizzato. È una lettura divertente ma purtroppo i neonati non arrivano con un libretto d’istruzioni e bisogna arrangiarsi.

La prima fonte di saggezza per i neogenitori sono i nonni, la pediatra, gli amici che hanno figli, da cui assorbi come una spugna consigli utili in modo un po’ casuale, immergendo poi tutto nel tuo nuovo istinto materno. E lo stesso succede con i libri per genitori: ne esistono a centinaia e si scelgono un po’ per passaparola, un po’ per caso. Molti si rivelano inutili, ma poi te ne capita uno che t’illumina su qualche questione per te importante.

È un percorso personale per cui non esiste una lista di titoli validi per tutti e dove ognuno si crea la propria biblioteca. A me, per esempio, un libro che ha lasciato davvero qualcosa è Bambini e basta di Irene Bernardini, che mi ha insegnato il bello di saper dire di no ai propri figli.

Questo articolo è uscito sul numero 1425 di Internazionale. Compra questo numero | Abbonati