Sommario

637 (14/20 aprile 2006)

Little Italy

La vittoria striminzita della sinistra e le ripicche della destra, il voto degli emigrati e gli immigrati che non votano, l’arresto del vecchio boss e una generazione sottovalutata. I commenti della stampa straniera

637 (14/20 aprile 2006)

Cultura

La letteratura secondo Darwin

Indonesia

La sporca guerra di Papua

La provincia di Papua Ovest subisce da più di trent’anni una violenta presenza indonesiana, che protegge gli interessi delle multinazionali minerarie. La denuncia di John Pilger

pubblicità

A mano o in lavastoviglie?

I più efficienti sono i tedeschi e gli inglesi. Gli spagnoli e i portoghesi si sono rivelati i più spreconi. Leggi

Società

Alla ricerca del donatore perfetto

Negli Stati Uniti sempre più donne decidono di avere un figlio da sole. Trovano l’uomo giusto sui siti delle banche del seme e si danno consigli sui forum online. Ma la strada per diventare madri è molto difficile

Asia e Pacifico

Le insicurezze dell’Afghanistan

pubblicità

Opinioni

Al Pacino

Cultura

Cinema, libri, musica, tv

Opinioni

Oltre cortina

Opinioni

Buio in Bielorussia

Opinioni

L’ombra di Capote

pubblicità

Opinioni

La guerra dell’acciaio

Portfolio

San Francisco anno zero

Il terremoto di cent’anni fa

Società

Storie vere, cruciverba, cucina e altro

Opinioni

Il numero: 101 miliardi

Opinioni

La forza del Tibet

pubblicità

Italieni

Il voto dell’incertezza

Prodi ha vinto per un soffio con una coalizione eterogenea. Saprà governare un paese spaccato su cui grava l’eredità di Berlusconi?

Italieni

Un paese senza futuro

L’Italia ha uno dei tassi di natalità più bassi del mondo. E i suoi giovani sono esclusi dal potere. Ma così non si può cambiare

Proposte costruttive

Per tutti uno dei compiti più difficili, e anche più importanti, è sapersi guardare allo specchio. Leggi

Opinioni

L’angolo del carnivoro

Americhe

L’Argentina sfrutta i lavoratori stranieri

pubblicità

Opinioni

Il film può aspettare

Opinioni

Vecchia malattia

Economia

Con le luci spente

Diciassette paesi europei sono accusati d’impedire la nascita di un mercato unico energetico. Ma nessuno vuole cedere il controllo di un settore strategico

Medio Oriente

Gaza e la striscia di corruzione

Bustarelle, impieghi fittizi e sottrazione di fondi. I palestinesi hanno votato per Hamas anche per dire basta al sistema clientelare costruito negli anni da Yasser Arafat

Opinioni

La parola: endorsement

Ritratto

Seu Jorge. Il povero e il principe

Era un senzatetto e in dieci anni è diventato una stella di Hollywood. Ma il successo come cantante e attore non ha guarito le ferite della vita nelle favelas

Viaggi

Pietre infuocate

Dove un tempo arrivava l’oceano, nel caldo torrido dell’India orientale, sorge un grande santuario dedicato al dio Sole. Con le sue pareti finemente scolpite, il tempio di Konark celebra la disciplina dell’estasi

Africa e Medio Oriente

L’illusione di essere invulnerabili

Contatto

Ollanta Humala, nazionalista, ha vinto il primo turno delle presidenziali peruviane; Seymour Hersh, giornalista del New Yorker, ha rivelato i piani segreti del Pentagono per attaccare l’Iran; quattro morti in Nepal durante delle manifestazioni contro il re; razzismo in Russia: ucciso uno studente senegalese; in Ungheria la coalizione di centrosinistra ha vinto il primo turno delle elezioni parlamentari; doppio attentato suicida in Pakistan: 57 vittime; rimpasto di governo in Spagna; manifestazioni in più di cento città statunitensi per chiedere la regolarizzazione degli immigrati clandestini; quattro attentati suicidi in Iraq: almeno 105 i morti; Ehud Olmert ha assunto ufficialmente l’incarico di primo ministro israeliano; secondo nuove rivelazioni, Bush autorizzò una fuga di notizie per giustificare l’invasione dell’Iraq. Ecco alcuni fatti successi nel mondo nell’ultima settimana. Così, giusto per non perdere il contatto con la realtà. Leggi

Economia e lavoro

Wal-Mart sfida i pirati di Shanghai

Opinioni

Conversione verde

Opinioni

Primi passi nell’ignoto

Europa

Paradossi islandesi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.