Sommario

891 (1 / 7 aprile 2011)

Pane e libertà

L’esplosione dei prezzi del pane, l’impennata del petrolio, le speculazioni finanziarie. Inchiesta sui meccanismi economici che hanno provocato le rivolte nordafricane.

891 (1 / 7 aprile 2011)

Graphic journalism

Cartoline da Tunisi

Di Othman Selmi

Asia e Pacifico

Il Pakistan cerca nuovi amici e fornitori

pubblicità

Europa

Un’altra sconfitta per Angela Merkel

Opinioni

La terza via del New York Times

I segreti di Traven

Vittorio Giacopini, L’arte dell’inganno Leggi

pubblicità

Coragio

*Jesus Maria, Argentina

23 aprile 1878*

Charisimi fratelli

io son venuto con queste due rige a farvi sapere il stato di mia perfetta salute che dopo la mia partenza o avuto sempre una fiori di salute e così spero il simile di voi e di tutta la familglia vi fasio sapere che io mi trovo contento di essere venuto inamerica per che qua si e sicuri di non morire di fame che qua valle più 2 giorni di lavoro che in italia 2 mesi dunque io sarei bramoso di sentire una upiopne di voi tutti di familglia che qua noi altri siamo sichuri di far soldi e non stia aver dispiacere di lasciare la polenta che qua si magna buona carne e buon pane e buoni uceli. I Signori di talia diceva che in america si trova delle bestie feroce, in italia sono le bestie che sono i signori. Io son stato ala chacia domenica ulliva e si trovava dei grandi animali al pascolo un animale lo si trova con 25 franchi e 30 al piu dunque vi prego farmi una pronta risposta se siate contenti di venire dunque io non o altro che dire solo che di salute tuti di familglia e salutatemi mia sorella e mio chugnato e salutatemi mia zia e mio zio e salutatemi Giuseppe Chaineri e tutta la famiglia. Adio A Dio per altro, chari fratelli non state a scaldarsi di venire aspetate che io vede la ricolta.

Adio a Dio, datevi coragio

Petrei Vittorio Leggi

Visti dagli altri

Chi specula sull’emergenza

In alcuni paesi europei, soprattutto in Italia e nei Paesi Bassi, i leader politici sfruttano il dramma degli immigrati per fini politici. Spesso sostenuti dai mezzi d’informazione.

Africa e Medio Oriente

La speranza giovane della Nigeria

Viaggi

Omaggio a Cuba

Niente sull’isola sembra avere più senso, ma è proprio questo l’aspetto affascinante. Bisogna andare all’Avana prima che tutto cambi, scrive Pico Iyer.

Sulla via Pasolina

Niccolò Agliardi, Davide Van De Sfroos, Alessandro Mannarino. Leggi

pubblicità

In copertina

Le guerre del pane

Per anni molti regimi del mondo arabo si sono assicurati la stabilità interna con i sussidi sul pane e altri beni di prima necessità. Una scelta che ha danneggiato l’agricoltura locale e impoverito le popolazioni, spingendole alla rivolta. L’inchiesta di Foreign Affairs.

In copertina

Il circolo vizioso

Il prezzo dei prodotti alimentari dipende fortemente da quello del petrolio. Non si può risolvere la crisi attuale senza ridurre e razionalizzare i consumi energetici, scrive Michael T. Klare.

In copertina

Bisogna fermare la speculazione

John Vidal e l’Economist: i pro e i contro della la deregolamentazione dei mercati.

Libia

L’incertezza dei paesi arabi sul futuro della Libia

Il dopo Gheddafi è già cominciato. I rappresentanti dei più di quaranta paesi che hanno partecipato alla conferenza di Londra sulla Libia hanno dichiarato unanimemente “che il colonnello Muammar Gheddafi deve lasciare il paese”, scrive El Watan.

Pop

Lo spazzino e il presidente

Ala al Aswani

pubblicità

Americhe

Il Canada torna alle urne

Stomaco pieno e democrazia

In Egitto le manifestazioni in cui si chiedeva la fine della dittatura di Hosni Mubarak sono state guidate dalla classe media urbana, mentre i poveri sono rimasti per lo più in disparte. Leggi

Pop

Quando fallisce un romanzo

Dan Kois

Tutto a un tratto

Negli anni ottanta fare satira su Cuba era più facile. Oggi mancano l’ingegno e l’umorismo dei tempi della guerra fredda. Leggi

Opinioni

4,1 per cento

pubblicità

Venezuela

Le gang di Caracas

L’anno scorso in Venezuela sono state uccise oltre quattordicimila persone, tre volte di più che in Iraq. Anche per colpa di una guerra tra bande scoppiata per un popcorn lanciato dal finestrino.

Gandhi o lotta armata

A Ramallah stanno nascendo vari gruppi giovanili che puntano a costruire una nuova rappresentanza per il popolo palestinese. Leggi

La rivoluzione vista da lontano

Tahar Ben Jellun, La rivoluzione dei gelsomini Leggi

Siria

La storia non si ferma alle porte di Damasco

Ispirati dalle rivolte negli altri paesi arabi, anche i siriani sono scesi in piazza sfidando la repressione governativa. Finora le misure per placare la popolazione sono state inutili.

Scienza e tecnologia

Da Cernobyl a Fukushima

Oltre il cliché

In Francia, una campagna di solidarietà va oltre le rappresentazioni scontate spesso offerte dalle ong. Leggi

Visti dagli altri

L’Italia divisa sugli immigrati

Il sud non vuole accoglierli da solo, il nord vuole rimpatriarli subito. Nel frattempo migliaia di nordafricani aspettano a Lampedusa in condizioni di precarietà e incertezza. Un articolo di Le Monde.

Giappone

Tornate tra dieci anni

I giornali occidentali hanno sottolineato lo spirito eroico dei giapponesi. Ma di fronte alla crisi non basta. Serve un governo forte e più flessibile.

Portoghesi a scuola

La scuola portoghese ha scalato molti posti nella classifica dei paesi Ocse e ne ha raggiunto la media. Leggi

Opinioni

L’ora della Siria e della Giordania

Scienza

Ma noi due non ci siamo già visti?

Una giornalista ha convinto due colleghi single a partecipare a un esperimento scientifico sulle strategie di seduzione. Con un lieto fine imprevisto.

Tecnologia

Le locomotive di Austin

Economia e lavoro

Per Lisbona si avvicina il momento del salvataggio

Sri Lanka

La scomparsa delle Tigri

Dopo quasi tre decenni di guerra civile, nel 2009 il governo dello Sri Lanka ha sconfitto i ribelli tamil. Le ragioni dello scontro, però, rimangono irrisolte. E i rischi che scoppi un nuovo conflitto sono alti. Il reportage di Jon Lee Anderson.

Tatuati e contenti

I tatuaggi aumentano il rischio di tumore alla pelle? Leggi

Portfolio

Tokyo spegne la luce

Il terremoto in Giappone ha costretto il governo a razionare l’elettricità nell’est del paese. Alcuni graphic designer locali hanno ideato una serie di poster per invitare la popolazione a risparmiare energia.

Ritratti

Bradley Manning. Nemico pubblico

Sospettato di aver passato documenti segreti a Wikileaks, per alcuni è un eroe, per altri un traditore. Da nove mesi è in carcere in regime di isolamento.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.