Riforme

Il paradosso di una campagna elettorale senza data del voto

È una situazione illogica: mentre in molte città italiane la campagna elettorale è partita a pieno ritmo, si ignora ancora la data delle elezioni. Eppure è un voto che coinvolge milioni di italiani in 1.351 comuni. E poiché in Italia i partiti litigano su tutto, anche la data è diventata oggetto di velenose polemiche. Leggi

L’opposizione abbandona la camera per protesta

È ricominciata alla camera dei deputati la discussione delle riforme costituzionali previste dal disegno di legge del governo e dal titolo “Superamento del bicameralismo paritario e revisione del titolo V della parte seconda della costituzione”. Leggi

pubblicità
L’Italia è riformabile?

In Europa molti cominciano a dubitare che Matteo Renzi possa riuscire dove hanno fallito tutti i suoi predecessori. Leggi

La dittatura delle minoranze

Con lo slittamento dell’ennesima riforma a settembre, l’Italia si conferma paese dell’immobilismo. Leggi

Ottomila emedamenti

Le riforme del senato e della legge elettorale meriterebbero di essere discusse seriamente, ma governo e opposizione preferiscono lo scontro frontale. Leggi

pubblicità
6,4

Secondo gli ultimi dati della ragioneria dello stato, il rapporto tra la retribuzione dei dirigenti ministeriali di prima fascia e quella del personale non dirigente è di 6,4 a 1. Leggi

Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.