In Medio Oriente ci sono troppe armi

24 maggio 2016 13:03

“Dal 1990 la regione che comprende il Medio Oriente e il Nordafrica è la più militarizzata del mondo”, dice il professore di studi strategici Robert Springborg: le spese militari e per la difesa continuano a crescere nei paesi di quest’area , nonostante la crisi economica. La grande quantità di armamenti alimenta i conflitti in corso, dalla Siria allo Yemen, e la rivalità tra le potenze regionali. Ma a vendere le armi a paesi della regione sono soprattutto i paesi occidentali e la Russia.

Robert Springborg è professore di studi strategici al King’s College di Londra. È un esperto di Medio Oriente e mondo arabo, di questioni militari e di sicurezza. L’intervista è stata fatta da Catherine Cornetal Barcelona centre for international affairs (Cidob) durante il lancio del progetto di ricerca Menara (Mapping geopolitical shifts, regional order and domestic transformations), che si può seguire su Twitter.

pubblicità

Articolo successivo

Luce sul Mediterraneo