La crisi dei migranti in Ungheria

Via col vento
Tensioni a Röszke
pubblicità
Si è dimesso il ministro della difesa ungherese

Hende Csaba avrebbe rinunciato all’incarico perché le forze armate di cui era responsabile non sono riuscite a terminare nei tempi previsti la barriera al confine con la Serbia per contenere l’ingresso dei profughi. C’è stata un’altra giornata di tensioni al centro di Roszke, vicino al confine con la Serbia, dove centinaia di migranti hanno sfondato un cordone della polizia e si sono messi in marcia verso Budapest. Leggi

Gli austriaci portano i profughi oltre il confine in macchina

Il 6 settembre duecento cittadini austriaci hanno aiutato centinaia di profughi a uscire dall’Ungheria dandogli un passaggio in macchina.  Leggi

Tedeschi e austriaci accolgono i migranti.
Tedeschi e austriaci accolgono i migranti. Cittadini austriaci alla guida di almeno 140 macchine stanno viaggiando da Vienna verso l’Ungheria: vanno a prendere i profughi per portarli indietro con sé. Circa ottomila migranti sono già arrivati in treno a Monaco, Francoforte e Dortmund, in Germania. Vengono accolti con cibo, giocattoli e cartelli di benvenuto.
pubblicità
Benvenuti in Germania
Settemila migranti a Monaco di Baviera, accolti con cibo e applausi.
Settemila migranti a Monaco di Baviera, accolti con cibo e applausi. I treni carichi di profughi continuano ad arrivare da Vienna e Budapest. Volontari di associazioni e gruppi di cittadini li aspettano con cibo, giocattoli e applausi. Stesse scene a Vienna, dopo che Austria e Germania hanno aperto le frontiere alle migliaia di persone trattenute in Ungheria.
I profughi che erano bloccati in Ungheria arrivano in Austria e Germania.
I profughi che erano bloccati in Ungheria arrivano in Austria e Germania. Vienna e Berlino hanno aperto le frontiere, così Budapest ha accompagnato con degli autobus circa 6.500 migranti al confine con l’Austria. Da lì, viaggiano in treno verso Vienna e la Germania, i primi sono già scesi a Monaco. Per non dovere aspettare, molti continuano a camminare attraverso l’Ungheria: la polizia austriaca aspetta 10mila profughi nelle prossime ore.
Fine del viaggio
I profughi che erano bloccati in Ungheria arrivano in Austria e Germania.
I profughi che erano bloccati in Ungheria arrivano in Austria e Germania. Un treno ha portato a Monaco di Baviera 450 migranti: i primi ad arrivare in Germania. Circa 4mila sono in Austria, dove la polizia ne aspetta almeno 10mila, vista la quantità di persone che aspetta di lasciare l’Ungheria. Vienna e Berlino hanno acconsentito ad accoglierle e Budapest ha allestito da questa notte pullman e treni.
pubblicità
Circa 4mila migranti sono già entrati in Austria dall’Ungheria

Circa 4mila migranti sono entrati in Austria dall’Ungheria nelle ultime ore. Il ministero dell’interno di Vienna ha calcolato che in giornata arriveranno nel paese circa 10mila persone. Leggi

Migliaia di migranti sono entrati in Austria
Migliaia di migranti sono entrati in Austria. Aumentano di ora in ora, i profughi che oltrepassano il confine austriaco dall’Ungheria. La polizia ne aspetta circa 10mila per oggi. Vienna e Berlino hanno acconsentito ad accoglierli e quindi Budapest ha allestito da questa notte pullman e treni per accompagnare le persone che si erano incamminate verso il confine.
Centinaia di migranti a piedi verso l’Austria dall’Ungheria.
Centinaia di migranti a piedi verso l’Austria dall’Ungheria. Un uomo di 51 anni è stato trovato morto lungo i binari. Si era incamminato dalla stazione di Bicske, a ovest della capitale, insieme a circa 350 persone sfuggite alla polizia che voleva trasferirle in un campo profughi. Altri sono partiti dal campo di Roszke, al confine con la Serbia.
Centinaia di migranti a piedi verso l’Austria dall’Ungheria
Centinaia di migranti a piedi verso l’Austria dall’Ungheria. Sono partiti da Budapest e dalla stazione di Bicske, a ovest della capitale, dove si rifiutavano di essere trasferiti in un campo profughi. Altri si sono incamminati dal campo di Roszke, al confine con la Serbia. Il parlamento ha approvato le proposte del premier Viktor Orbán che prevedono di dispiegare l’esercito alle frontiere e tre anni di carcere per l’immigrazione irregolare.
Gli austriaci che aiutano i profughi a superare il confine con l’Ungheria

Un gruppo di attivisti ha deciso di organizzare una carovana di pullman e auto private che partirà domenica da Vienna, ma in tanti si stanno già muovendo autonomamente. Il giornalista e scrittore austriaco Robert Misik ha portato in Austria tre bambini siriani e il loro padre. Leggi

pubblicità
Nel centro di Budapest
Gli ultimi sviluppi della crisi di migranti in Ungheria

Le forze dell’ordine ungheresi stanno cercando di mandare nei campi di accoglienza i profughi che partono dalla stazione di Budapest, ma molti di loro si rifiutano e sono rimasti sui treni. A Praga c’è una riunione straordinaria di Polonia, Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca. Leggi

Centinaia di migranti hanno passato la notte sul treno partito da Budapest.
Centinaia di migranti hanno passato la notte sul treno partito da Budapest. Circa 500 persone si rifiutano di scendere dal convoglio che era stato autorizzato a partire dalla principale stazione della capitale ungherese ma è poi stato fermato dalle autorità a Bicske. La polizia è riuscita a scortare in un centro di accoglienza locale solo una trentina di profughi. Un secondo treno sarebbe stato bloccato nella cittadina di Győr.
Tafferugli tra migranti e polizia a ovest di Budapest.
Tafferugli tra migranti e polizia a ovest di Budapest. È successo nella città di Bicske, dove è stato fermato l’unico treno che è stato autorizzato a partire dalla principale stazione della capitale ungherese. I profughi l’hanno stipato pensando di andare in Austria, ma le autorità l’hanno fermato prima, a Bicske, dove hanno allestito un campo per migranti.
Oggetti smarriti

I profughi seguono la linea ferroviaria per orientarsi e lungo i binari che vanno dalla Serbia all’Ungheria si trovano centinaia di oggetti abbandonati o persi lungo il cammino.  Leggi

pubblicità