• 06 Ott 2016 10.30

Mondovisioni a Roma

06 ottobre 2016 10:30
Il cinema Boldini a Ferrara, il 1 ottobre 2015.

Dal 4 al 9 ottobre i documentari, gli audiodocumentari e gli incontri con la redazione presentati al festival sono a Roma, al Palazzo delle Esposizioni e al Goethe-Institut. L’ingresso a tutti gli incontri è libero, fino a esaurimento dei posti.

Martedì 4 ottobre, 21.00, Palazzo delle Esposizioni
DOCUMENTARI
Alcaldessa, di Pau Faus. Il percorso di Ada Colau dall’inizio della sua candidatura con il movimento Barcelona in comú €fino alla trionfale elezione a sindaca della capitale catalana. Il film è in catalano e spagnolo con sottotitoli in italiano. Introducono Gabriele Crescente di Internazionale, Stefano Campanoni e Sergio Fant di CineAgenzia.

Mercoledì 5 ottobre, 21.00, Palazzo delle Esposizioni
DOCUMENTARI
Town on a wire, di Eyal Blachson e Uri Rosenwaks. Nella cadente città israeliana di Lod, a dieci minuti di auto dalla ricca Tel Aviv, vivono gomito a gomito signori della droga palestinesi e coloni ortodossi ebrei. In arabo ed ebraico con sottotitoli in italiano. Introduce Francesca Gnetti di Internazionale.

Giovedì 6 ottobre, 21.00, Palazzo delle Esposizioni
DOCUMENTARI
Future baby, di Maria Arlamovsky. Un viaggio intorno al mondo e nel futuro della riproduzione umana, tra pazienti e ricercatori, donatori e gestazioni per altri, cliniche e laboratori. In inglese, tedesco e altre con sottotitoli in italiano. Introduce
Elena Boille di Internazionale.

Venerdì 7 ottobre, 21.00, Palazzo delle Esposizioni
DOCUMENTARI
Under the gun, di Stephanie Soechtig. Il quadro impressionante del dibattito sul possesso di armi negli Stati Uniti, che resta determinante nella campagna presidenziale e nell’attualità americana. In inglese con sottotitoli in italiano.
Introduce Alessio Marchionna di Internazionale.

Sabato 8 ottobre, 13.30, Goethe-Institut
AUDIODOCUMENTARI
Livet på Mars, di Tim Hinman e Krister Molzen. Abbiamo la tecnologia per andare su Marte, ma non per tornare indietro. Il progetto Mars One prevede un viaggio su Marte di sola andata, finanziato con la vendita dei diritti di un reality show sulla vita di questi probabili astronauti kamikaze. In danese con sottotitoli in italiano.

Sabato 8 ottobre, 14.30, Goethe-Institut
INCONTRI
Islam. Come la stampa affronta paure e pregiudizi e spesso li alimenta. Chiara Nielsen di Internazionale dialoga con Catherine Cornet, giornalista e ricercatrice.

Sabato 8 ottobre, 16.00, Goethe-Institut
Kreuzberg von Oben, di Lorenz Rollhäuser. La trasformazione del quartiere di Kreuzberg a Berlino. I cittadini che abbandonano la città a causa dell’aumento degli af€itti, e i vecchi proprietari di immobili alla ricerca di modi per rendere gli spazi urbani confortevoli. La trasformazione di Kreuzberg coincide con il passaggio all’età adulta del narratore e delle persone che fanno parte della sua vita, in un intreccio di pensieri, suoni del quartiere e musiche berlinesi. In tedesco con sottotitoli in italiano.

Sabato 8 ottobre, 17.30, Goethe-Institut
INCONTRI
Frontiere. Parlare e scrivere di migranti. Annalisa Camilli diInternazionale
dialoga con il giornalista Stefano Liberti.

18.30 Palazzo delle Esposizioni
DOCUMENTARI
Among the believers, di Mohammed Ali Naqvi e Hemal Trivedi.
Il carismatico leader religioso Abdul Aziz Ghazi, sostenitore del gruppo Stato islamico e dei taliban, incita al jihad e sogna d’imporre in Pakistan una rigida versione della sharia. In inglese e urdu con sottotitoli in italiano.

Sabato 8 ottobre, 21.00, Palazzo delle Esposizioni
DOCUMENTARI
Tickling giants, di Sara Taksler. Nel pieno della primavera araba, Bassem Youssef lascia il suo posto di cardiochirurgo per diventare il protagonista di un programma satirico egiziano che diventa rapidamente il più visto in Medio Oriente.
Introduce Catherine Cornet di Internazionale.

Domenica 9 ottobre, 11.00, Goethe-Institut
INCONTRI
Le parole dei giornali. Traduttrici e copy editor a confronto. Giovanna Chioini
e Giulia Zoli di Internazionale dialogano con le traduttrici Bruna Tortorella e Sara Bani.

Domenica 9 ottobre, 12.30 Goethe-Institut
AUDIODOCUMENTARI
Les mots de ma mère di Aurélia Balboni. Aurelia viene a sapere che a sua madre, pittrice e direttrice di una scuola d’arte, è stata diagnosticata una grave malattia degenerativa al cervello. Per tre anni la €figlia accompagnerà la madre nella malattia, registrando il cambiamento delle sue parole e dei tratti della sua pittura. In francese con sottotitoli in italiano.

Domenica 9 ottobre, 14.30, oethe-Institut
INCONTRI
Storie. Come scrivere reportage lunghi senza uccidere di noia il lettore. Giuseppe Rizzo di Internazionale dialoga con Alessandro Leogrande, scrittore e giornalista.

Domenica 9 ottobre, 16.00, Goethe-Institut
AUDIODOCUMENTARI
Antologia di S., di Riccardo Fazi – Muta Imago. Riccardo trova una vecchia audiocassetta sulla sua libreria. Una compilation fatta da una ragazza conosciuta a Rimini a 14 anni. Non ricorda il suo nome, e in venti anni sarà sicuramente cambiata. Ha solo una piccola voce all’inizio del nastro che dice “Ciao Roma, ci vediamo a Santarcangelo?”. Riccardo proverà a ritrovare la voce registrata in quella cassetta. In italiano. Introducono Claudia Sorace (produttrice, Muta Imago) e Daria Corrias (curatrice, Rai Radio3-Tre soldi).

Domenica 9 ottobre, 18.30, Palazzo delle Esposizioni
DOCUMENTARI
Reach for the sky, di Steven Dhoedt e Wooyoung Choi. Ogni 2 novembre in Corea del Sud mezzo milione di ragazzi affrontano un test scolastico che determinerà non solo quale università frequenteranno ma anche il loro status nella società coreana. In coreano con sottotitoli in italiano. Introduce Junko Terao di
Internazionale.

Domenica 9 ottobre, 21.00, Palazzo delle Esposizioni
DOCUMENTARI
The girl who saved my life, di Hogir Hirori. Nell’agosto del 2014 il regista Hogir Hirori lascia la moglie incinta in Svezia per tornare nel Kurdistan iracheno, dov’è nato, a documentare il destino di un milione e mezzo di profughi in fuga dal gruppo Stato islamico. In svedese e curdo con sottotitoli in italiano.

Per i documentari al Palazzo delle esposizioni i posti saranno assegnati a partire da un’ora prima dell’inizio di ogni proiezione. L’ingresso non sarà consentito a evento iniziato.

Palazzo delle Esposizioni
Sala Cinema, scalinata di via Milano 9A

Goethe-Institut Roma
Via Savoia 15

pubblicità