LIBRI


Venerdì 5 Ott 2018 • 15.30

La parte migliore

di Christian Raimo

L’autore dialoga con
Chiara Lalli
giornalista e bioeticista

In italiano

Una madre e una figlia vivono insieme come sorelle. Per loro tutto si è sempre risolto con facilità, perfino le situazioni più dolorose, e quando la ragazza resta incinta senza volerlo la madre le promette che anche stavolta ne verranno a capo. Ma è arrivato il momento di fare i conti con le proprie ombre e fragilità.
(Einaudi 2018)

Venerdì 5 Ott 2018 • 16.00

Un altro giorno di morte in America

di Gary Younge

L’autore dialoga con
Alessio Marchionna
Internazionale

In inglese, traduzione consecutiva

Ogni giorno, negli Stati Uniti, sette ragazzi sotto i vent’anni muoiono per colpi d’arma da fuoco. Sono soprattutto neri, soprattutto maschi, vivono soprattutto in alcune città, e spesso la loro morte passa sotto silenzio. Un ritratto di una società prigioniera delle armi.
(Add editore 2018)

Venerdì 5 Ott 2018 • 16.00

Chi sono io?

Autoritratti e selfie, identità e reputazione. Quando le donne fotografano se stesse per trovare il loro posto nel mondo

Concita De Gregorio
dialoga con
Silvia Camporesi
fotografa
e con gli studenti del Liceo Roiti di Ferrara
Introduce
Chiara Baratelli
psicoanalista

In italiano
Ingresso con tagliando

Perché rivolgiamo l’obiettivo fotografico verso di noi? E perché sono soprattutto le donne a farlo? Una riflessione sull’autorappresentazione femminile attraverso cinque dialoghi con le giovani fotografe italiane Guia Besana, Silvia Camporesi, Anna Di Prospero, Simona Ghizzoni e Moira Ricci.

Venerdì 5 Ott 2018 • 17.30

Le assaggiatrici

di Rosella Postorino

L’autrice dialoga con
Isabella Libertà Mattazzi
Università di Ferrara

In italiano

Alcune giovani donne tedesche sono costrette ad assaggiare il cibo di Hitler per accertare che non sia avvelenato. Nell’ambiente chiuso della mensa forzata, tra di loro s’intrecciano alleanze, amicizie e rivalità sotterranee. Un romanzo su cosa significa essere e rimanere umani.
(Feltrinelli 2018)

Venerdì 5 Ott 2018 • 17.30

Lavoretti

di Riccardo Staglianò 

L’autore dialoga con
Davide Orecchio
scrittore

In italiano

Il progressivo e inesorabile svuotamento del lavoro, dal pugno d’acciaio di Reagan contro i controllori di volo alla guerra della Thatcher contro i sindacati. Dalla delocalizzazione alla moltiplicazione dei contratti atipici. Dall’automazione fino alla gig economy.
(Einaudi 2018)

Venerdì 5 Ott 2018 • 18.00

La grande mappa della metropolitana di New York

di Emiliano Ponzi

L’autore dialoga con
Alberto Notarbartolo
Internazionale

In italiano

La metropolitana di New York è uno dei più grandi sistemi di trasporto pubblico del mondo, con 24 linee e 472 stazioni usate ogni giorno da quasi sei milioni di viaggiatori. Ma come si crea una mappa che aiuti tutti ad arrivare a destinazione?
(Moma-Fatatrac 2018)

pubblicità
Venerdì 5 Ott 2018 • 18.00

Guida eretica alla finanza globale

di Brett Scott

L’autore dialoga con
Anna Fasano
Banca etica
e Alessandro Lubello
Internazionale

In italiano e inglese, traduzione consecutiva

Uno sguardo unico sul sistema finanziario globale, basato sull’esperienza personale dell’autore. Una guida per esplorare il labirinto della finanza moderna e capire come usarla e sovvertirla, puntando sull’attivismo finanziario e su modelli d’impresa alternativi.
(Altreconomia 2018)

Venerdì 5 Ott 2018 • 19.00

Resta con me

di Ayòbámi Adébáyò

L’autrice dialoga con
Francesca Sibani
Internazionale

e con letture di
Sofia Bassi
attrice

In inglese, traduzione consecutiva

Yejide e Akin sono due nigeriani, giovani e innamorati. Non riescono ad avere figli ma sono felici, finché alla loro porta si presenta una donna, la seconda moglie di Akin. Yejide capisce che l’unica possibilità di salvare il suo matrimonio è restare incinta, ma il prezzo è di gran lunga più alto di quello che avrebbe mai osato immaginare.
(La nave di Teseo 2018)

Sabato 6 Ott 2018 • 11.00

Il morto nel bunker

di Martin Pollack

L’autore dialoga con
Andrea Pipino
Internazionale

In inglese, traduzione consecutiva

Nel 2003 Martin Pollack parte alla ricerca del bunker in cui 56 anni prima è stato ritrovato il corpo del padre. Per fare i conti con il passato nazista della sua famiglia e del suo paese, l’Austria.
(Keller 2018)

Sabato 6 Ott 2018 • 11.30

Fuori da Gaza

di Selma Dabbagh

L’autrice dialoga con
Barbara Benini
traduttrice
e Francesca Gnetti
Internazionale

In inglese, traduzione consecutiva

Ambientato tra Gaza, Londra e il Golfo, il romanzo segue Rashid e Iman, due fratelli palestinesi, nel loro tentativo di costruirsi un futuro tra occupazione, fondamentalismo religioso e fazioni in lotta.
(Il Sirente 2017)

pubblicità
Sabato 6 Ott 2018 • 12.00

Amore e anarchia

di Martín Caparrós

L’autore dialoga con
Giuliano Milani
storico

In spagnolo, traduzione consecutiva

Torino, 1997: Soledad, una ragazza argentina, incontra Baleno, un anarchico torinese, e i due si innamorano. Indagini e intercettazioni della polizia li faranno finire in prigione, con accuse molto gravi. Baleno si toglie la vita e poi anche Sole. Entrambi diventeranno un sim- bolo dell’anarchia italiana.
(Einaudi 2018)

Sabato 6 Ott 2018 • 14.30

M. Il figlio del secolo

di Antonio Scurati

L’autore dialoga con
Giorgio Zanchini
Rai Radio1

In italiano

Gli inizi del fascismo raccontati in prima persona da Benito Mussolini in un romanzo documentario, primo di una trilogia, in cui non c’è nulla di inventato. Un mosaico che, seguendo l’ordine cronologico degli eventi, alterna sequenze narrative a documenti pubblici e privati.
(Bompiani 2018)

Sabato 6 Ott 2018 • 15.00

La grande mattanza

di Enzo Ciconte

L’autore dialoga con
con Giuseppe Rizzo
Internazionale

In italiano

La guerra al brigantaggio, dagli albori dell’età moderna ai primi decenni dell’Italia unita. Una storia secolare di sanguinose repressioni, che vede al centro il possesso della terra e riguarda quasi sempre le classi subalterne.
(Laterza 2018)

Sabato 6 Ott 2018 • 16.00

Viaggio nello Stato islamico

Come si finisce a combattere per il Califfato? Dalla Siria all’Iraq, le testimonianze di chi ha scelto il jihad globale

Gabriele Del Grande
presenta
Dawla
con
Francesca Mannocchi
giornalista

Modera
Catherine Cornet
Internazionale

In italiano

Dawla in arabo significa stato ed è uno dei modi in cui il gruppo Stato islamico è chiamato dai suoi affiliati. Gabriele Del Grande è andato a incontrarli in un viaggio iniziato nel Kurdistan iracheno e finito con il suo arresto in Turchia. L’ascesa e la caduta dell’organizzazione raccontata dai suoi disertori.
(Mondadori 2018)

Sabato 6 Ott 2018 • 16.30

Con voce di donna

Perché certe persone si innamorano proprio di chi le fa soffrire? Cosa ci fa avvicinare agli altri e cosa ce ne allontana?

Daria Bignardi
parla di
Storia della mia ansia
con Hanne Ørstavik autrice di
A Bordeaux c’è una grande piazza aperta
Introduce e modera
Rosella Postorino
scrittrice

In italiano

Storia della mia ansia
Lea odia l’ansia perché sua madre ne era devastata, ma crescendo si rende conto di non poter sfuggire allo stesso destino. Nella sua vita irrompono una malattia e nuovi incontri, che lei accoglie con curiosità, quasi con allegria: nessuno è più di buon umore di un ansioso, di un depresso o di uno scrittore, quando gli succede qualcosa di grosso.
(Mondadori 2018)

A Bordeaux c’è una grande piazza aperta
È possibile incontrare l’altro, incontrare se stessi, essere vicini, essere vivi insieme? Un romanzo che sonda le profondità del desiderio, del corpo, della carne e dell’anima. E osserva i movimenti che ci fanno avvicinare agli altri e che ce ne allontanano.
(Ponte alle grazie 2018)

pubblicità
Sabato 6 Ott 2018 • 17.00

Jonas Fink. Una vita sospesa

di Vittorio Giardino

L’autore dialoga con
con Giuliano Milani
storico

In italiano

Jonas ha dodici anni quando suo padre, un ebreo borghese, viene arrestato con l’accusa di aver cospirato contro il regi- me comunista che dal 1949 governa la Cecoslovacchia. Una graphic novel, a cui l’autore ha dedicato vent’anni di lavoro, che immortala la sofferenza e il desiderio di riscatto di una generazione cresciuta all’ombra della dittatura.
(Rizzoli Lizard 2018)

Sabato 6 Ott 2018 • 18.00

Malaterra

Come hanno avvelenato l’Italia
di Marina Forti

con Giovanna Chioini
Internazionale

In italiano

Viaggio in alcuni dei luoghi più inquinati d’Italia. Le bonifiche mancate, le mobilitazioni dei cittadini, gli sforzi per far nascere una coscienza ambientalista, lo scontro tra le ragioni del lavoro e quelle della salute.
(Laterza 2018)

Sabato 6 Ott 2018 • 18.30

Dove mi trovo

di Jhumpa Lahiri

Il desiderio di oltrepassare i confini e radicarsi in una nuova lingua letteraria.
L’autrice dialoga con
Domenico Starnone
scrittore

In italiano

Sgomento ed esuberanza, radicamento ed estraneità: una donna vaga in una città indefinita e cerca di catturare il senso della vita, tra ricerca di identificazione con un luogo e rifiuto di creare legami permanenti. Il primo romanzo di Jhumpa Lahiri scritto in italiano.
(Guanda 2018)

Domenica 7 Ott 2018 • 10.30

Non solo di cose d’amore

di Pietro Del Soldà

L’autore dialoga con gli studenti del Liceo Ariosto di Ferrara

In italiano

Come può un pensatore vissuto venticinque secoli prima di noi influenzare la nostra ricerca della felicità? Un viaggio sulle tracce di Socrate, che con la sua ironia e le sue contraddizioni, può fornirci prospettive diverse da cui considerare i nostri problemi, dalle relazioni con gli altri alla politica.
(Marsilio 2018)

Domenica 7 Ott 2018 • 11.30

Europa identitaria

di Andrea Palladino

L’autore dialoga con
Christian Raimo
scrittore

In collaborazione con l’associazione culturale Umanità
In italiano


Un’indagine sull’ideologia e le organizzazioni identitarie che crescono in Europa, conquistano consensi e condizionano governi. Un asse che parte dall’Ungheria di Viktor Orbán per arrivare alla Lega di Matteo Salvini, e che ora punta alla conquista del continente.
(Manifestolibri 2018)

pubblicità

Iscriviti alla newsletter

Leggi l’informativa completa sulla privacy.

Acconsento a: