MONDOVISIONI


Mondovisioni è una rassegna di documentari su attualità, diritti umani e informazione curata da CineAgenzia in collaborazione con Internazionale.

I documentari sono presentati durante il festival di Internazionale a Ferrara, spesso in anteprima per l’Italia, e poi proposti in un tour che durante l’anno tocca molte città, dal nord al sud del paese.

Mondovisioni a Ferrara è al cinema Boldini, in via Previati 18.
L’ingresso costa 3 euro.
La biglietteria del cinema è aperta venerdì 4 ottobre dalle 11.30 alle 22.30, sabato 5 e domenica 6 ottobre dalle 9.30 alle 18.00. Si possono comprare i biglietti per tutte le proiezioni.

Sale cinematografiche, associazioni, istituzioni e altri spazi che desiderano ospitare la rassegna, possono scrivere a info@cineagenzia.it.

Venerdì 4 Ott 2019 • 12.00

Leftover women

di Shosh Shlam e Hilla Medalia
Israele 2019, 84’

“Avanzi”: così i cinesi chiamano quelle donne, spesso istruite e in carriera, che a quasi trent’anni non sono ancora sposate. A causa della politica del figlio unico, in Cina gli uomini in età da matrimonio sono trenta milioni in più rispetto alle loro coetanee: una situazione insostenibile per molte single, che subiscono una fortissima pressione a sposarsi dalla società, dalle famiglie e dallo stesso governo, che considera lo squilibrio di genere una minaccia all’ordine sociale. Tra “mercati matrimoniali” in cui i genitori cercano partner per i figli, agenzie di incontri e festival promossi dalle autorità, il film segue tre giovani determinate a vivere e ad amare alle loro condizioni.

In mandarino con sottotitoli in italiano. Anteprima italiana
Ingresso 3 euro

Venerdì 4 Ott 2019 • 14.00

Human nature

di Adam Bolt
Stati Uniti 2019, 107’

È la più grande rivoluzione scientifica del ventunesimo secolo: l’editing del genoma che permette la correzione di una sequenza di dna. Questa tecnologia, nota come Crispr, dà agli scienziati un controllo senza precedenti sugli elementi fondamentali della vita, e potrebbe portare a nuove cure per le malattie ma anche modificare profondamente la biosfera e forse l’umanità stessa. Le sue implicazioni viste attraverso gli occhi degli scienziati che hanno scoperto Crispr, delle famiglie a cui potrebbe cambiare la vita e dei bioingegneri che ne stanno studiando potenzialità e rischi.

In inglese con sottotitoli in italiano
Ingresso 3 euro

Venerdì 4 Ott 2019 • 16.15

Sakawa

di Ben Asamoah
Belgio 2018, 81’

In Ghana arrivano i rifiuti elettronici provenienti da tutto il mondo. In queste discariche si nasconde un tesoro: i dati personali contenuti nel disco rigido dei computer. Grazie a questi dati, giovani del posto riescono a mettersi in contatto con gli ex proprietari sparsi tra Europa e America e a trascinarli in improbabili storie di amore e di passione per estorcergli denaro. Ama, una giovane madre, vuole unirsi ai tanti che vivono di truffe su internet, ma non sembra avere talento. One Dollar, invece, con i suoi falsi account social fa impazzire gli uomini: si innamorano della foto di una donna formosa e della sua voce in falsetto, e cadono nella sua trappola. Il mondo delle truffe online raccontato dai suoi protagonisti.

In inglese e akan con sottotitoli in italiano. Anteprima italiana
Ingresso 3 euro

Venerdì 4 Ott 2019 • 18.15

Bellingcat. Truth in a post-truth world

di Hans Pool
Paesi Bassi 2018, 89’

Il collettivo Bellingcat è un gruppo di citizen journalist impegnati a svelare la verità che si nasconde dietro ad alcune notizie controverse o oscure dell’attualità internazionale, dal disastro del volo MH17 alle atrocità della guerra in Siria, fino al misterioso avvelenamento di una spia russa nel Regno Unito. Sfruttando le immagini di Google Earth, i dati, i video e le registrazioni audio disponibili sui social network, Eliot Higgins e la sua squadra verificano le notizie diffuse da mezzi d’informazione, internet e governi. E così combattono le fake news e i “fatti alternativi” rinnovando il giornalismo d’inchiesta.

In inglese, olandese e tedesco con sottotitoli in italiano
Ingresso 3 euro

Venerdì 4 Ott 2019 • 20.30

Mission Lifeline

di Markus Weinberg e Luise Baumgarten
Germania 2019, 68’

Il loro scopo è salvare i migranti che rischiano di annegare nel Mediterraneo. Axel Steier e la sua squadra della ong tedesca Mission Lifeline hanno cercato a lungo i fondi per comprare una nave insieme ad altre due organizzazioni spagnole. Nella loro città, Dresda, il progetto ha trovato molti sostenitori ma altrettanti nemici. Senza contare la dura realtà del mare: dalle imbarcazioni di profughi che affondano davanti ai loro occhi agli spari delle milizie libiche. Per due anni il regista ha seguito Axel e i suoi colleghi tra la Germania e il Mediterraneo, dove l’impegno a salvare persone dalla morte certa si è trasformato in un lotta per riaffermare l’ideale europeo. Nel 2018 la nave dell’ong con 224 persone a bordo è stata una delle prime a cercare per giorni un porto che le permettesse di attraccare. 

In tedesco, spagnolo e inglese con sottotitoli in italiano. Anteprima italiana
Ingresso 3 euro

Venerdì 4 Ott 2019 • 22.00

XY Chelsea

di Tim Travers Hawkins
Regno Unito 2019, 94’

Nel 2010 il soldato Bradley Manning ha provocato la più grande fuga di segreti militari nella storia degli Stati Uniti, fornendo a Wikileaks 750mila documenti che rivelano le pratiche illegali e gli abusi commessi dall’esercito statunitense in Iraq e in Afghanistan. In carcere, con una condanna a 35 anni, Manning dichiara di voler essere chiamata Chelsea e di voler cominciare il processo di transizione al sesso femminile. Dopo sette anni di prigione, la sua sentenza viene commutata nel 2017 dal presidente Obama e lei torna in libertà. Il ritratto di una ribelle all’inizio della sua nuova vita in un mondo tutt’altro che accogliente. 

In inglese con sottotitoli in italiano
Ingresso 3 euro

pubblicità
Sabato 5 Ott 2019 • 10.15

Midnight traveler

di Hassan Fazili
Stati Uniti/Qatar/Canada/Regno Unito 2019, 86’

Nel 2015, dopo la trasmissione in tv del documentario Peace in Afghanistan, i talebani uccidono il protagonista del film e minacciano di morte il regista, Hassan Fazili. Temendo per la sua famiglia, Fazili decide di lasciare Kabul e fuggire in Tagikistan con la moglie e le due figlie. Dopo più di un anno, respinta la loro domanda di asilo e di fronte al rischio di essere espulsi, i Fazili decidono di rimettersi in viaggio e di documentare con i cellulari la loro odissea verso l’Europa, passando per Turchia, Bulgaria, Serbia e Ungheria. Un racconto in prima persona dei rischi, delle speranze e delle paure che vivono i profughi in cerca di asilo, ma anche dell’amore che ha tenuto unita questa famiglia. 

In farsi, pashtu e inglese con sottotitoli in italiano
Ingresso 3 euro

Sabato 5 Ott 2019 • 12.15

Prey

di Matt Gallagher
Canada 2019, 84’

Quando era ragazzo Rod MacLeod è stato abusato sessualmente per anni da un prete cattolico a Toronto, in Canada. Ora, a cinquant’anni di distanza, cerca giustizia in un’aula di tribunale. Il sacerdote non è più in vita, ma prima di morire aveva ammesso i suoi crimini in una deposizione video. Il processo non riguarda quindi la sua colpevolezza, ma l’entità del risarcimento che spetta alla vittima. E soprattutto vuole chiarire perché in Canada e nel resto del mondo questi abusi siano continuati così a lungo e perché ancora oggi la chiesa cattolica fatichi a combatterli. 

In inglese con sottotitoli in italiano. Anteprima internazionale
Ingresso 3 euro

Sabato 5 Ott 2019 • 14.15

Sakawa

di Ben Asamoah
Belgio 2018, 81’

In Ghana arrivano i rifiuti elettronici provenienti da tutto il mondo. In queste discariche si nasconde un tesoro: i dati personali contenuti nel disco rigido dei computer. Grazie a questi dati, giovani del posto riescono a mettersi in contatto con gli ex proprietari sparsi tra Europa e America e a trascinarli in improbabili storie di amore e di passione per estorcergli denaro. Ama, una giovane madre, vuole unirsi ai tanti che vivono di truffe su internet, ma non sembra avere talento. One Dollar, invece, con i suoi falsi account social fa impazzire gli uomini: si innamorano della foto di una donna formosa e della sua voce in falsetto, e cadono nella sua trappola. Il mondo delle truffe online raccontato dai suoi protagonisti.

In inglese e akan con sottotitoli in italiano. Anteprima italiana
Ingresso 3 euro

Sabato 5 Ott 2019 • 16.00

Leftover women

di Shosh Shlam e Hilla Medalia
Israele 2019, 84’

“Avanzi”: così i cinesi chiamano quelle donne, spesso istruite e in carriera, che a quasi trent’anni non sono ancora sposate. A causa della politica del figlio unico, in Cina gli uomini in età da matrimonio sono trenta milioni in più rispetto alle loro coetanee: una situazione insostenibile per molte single, che subiscono una fortissima pressione a sposarsi dalla società, dalle famiglie e dallo stesso governo, che considera lo squilibrio di genere una minaccia all’ordine sociale. Tra “mercati matrimoniali” in cui i genitori cercano partner per i figli, agenzie di incontri e festival promossi dalle autorità, il film segue tre giovani determinate a vivere e ad amare alle loro condizioni.

In mandarino con sottotitoli in italiano. Anteprima italiana
Ingresso 3 euro

pubblicità
Sabato 5 Ott 2019 • 17.45

Human nature

di Adam Bolt
Stati Uniti 2019, 107’

È la più grande rivoluzione scientifica del ventunesimo secolo: l’editing del genoma che permette la correzione di una sequenza di dna. Questa tecnologia, nota come Crispr, dà agli scienziati un controllo senza precedenti sugli elementi fondamentali della vita, e potrebbe portare a nuove cure per le malattie ma anche modificare profondamente la biosfera e forse l’umanità stessa. Le sue implicazioni viste attraverso gli occhi degli scienziati che hanno scoperto Crispr, delle famiglie a cui potrebbe cambiare la vita e dei bioingegneri che ne stanno studiando potenzialità e rischi.

In inglese con sottotitoli in italiano
Ingresso 3 euro

Domenica 6 Ott 2019 • 10.30

Mission Lifeline

di Markus Weinberg e Luise Baumgarten
Germania 2019, 68’

Il loro scopo è salvare i migranti che rischiano di annegare nel Mediterraneo. Axel Steier e la sua squadra della ong tedesca Mission Lifeline hanno cercato a lungo i fondi per comprare una nave insieme ad altre due organizzazioni spagnole. Nella loro città, Dresda, il progetto ha trovato molti sostenitori ma altrettanti nemici. Senza contare la dura realtà del mare: dalle imbarcazioni di profughi che affondano davanti ai loro occhi agli spari delle milizie libiche. Per due anni il regista ha seguito Axel e i suoi colleghi tra la Germania e il Mediterraneo, dove l’impegno a salvare persone dalla morte certa si è trasformato in un lotta per riaffermare l’ideale europeo. Nel 2018 la nave dell’ong con 224 persone a bordo è stata una delle prime a cercare per giorni un porto che le permettesse di attraccare.

In tedesco, spagnolo e inglese con sottotitoli in italiano. Anteprima italiana
Ingresso 3 euro

Domenica 6 Ott 2019 • 12.00

XY Chelsea

di Tim Travers Hawkins
Regno Unito 2019, 94’

Nel 2010 il soldato Bradley Manning ha provocato la più grande fuga di segreti militari nella storia degli Stati Uniti, fornendo a Wikileaks 750mila documenti che rivelano le pratiche illegali e gli abusi commessi dall’esercito statunitense in Iraq e in Afghanistan. In carcere, con una condanna a 35 anni, Manning dichiara di voler essere chiamata Chelsea e di voler cominciare il processo di transizione al sesso femminile. Dopo sette anni di prigione, la sua sentenza viene commutata nel 2017 dal presidente Obama e lei torna in libertà. Il ritratto di una ribelle all’inizio della sua nuova vita in un mondo tutt’altro che accogliente.

In inglese con sottotitoli in italiano
Ingresso 3 euro

Domenica 6 Ott 2019 • 14.00

Prey

di Matt Gallagher
Canada 2019, 84’

Quando era ragazzo Rod MacLeod è stato abusato sessualmente per anni da un prete cattolico a Toronto, in Canada. Ora, a cinquant’anni di distanza, cerca giustizia in un’aula di tribunale. Il sacerdote non è più in vita, ma prima di morire aveva ammesso i suoi crimini in una deposizione video. Il processo non riguarda quindi la sua colpevolezza, ma l’entità del risarcimento che spetta alla vittima. E soprattutto vuole chiarire perché in Canada e nel resto del mondo questi abusi siano continuati così a lungo e perché ancora oggi la chiesa cattolica fatichi a combatterli.

In inglese con sottotitoli in italiano. Anteprima internazionale
Ingresso 3 euro

Domenica 6 Ott 2019 • 15.45

Bellingcat. Truth in a post-truth world

di Hans Pool
Paesi Bassi 2018, 89’

Il collettivo Bellingcat è un gruppo di citizen journalist impegnati a svelare la verità che si nasconde dietro ad alcune notizie controverse o oscure dell’attualità internazionale, dal disastro del volo MH17 alle atrocità della guerra in Siria, fino al misterioso avvelenamento di una spia russa nel Regno Unito. Sfruttando le immagini di Google Earth, i dati, i video e le registrazioni audio disponibili sui social network, Eliot Higgins e la sua squadra verificano le notizie diffuse da mezzi d’informazione, internet e governi. E così combattono le fake news e i “fatti alternativi” rinnovando il giornalismo d’inchiesta.

In inglese, olandese e tedesco con sottotitoli in italiano
Ingresso 3 euro

pubblicità
Domenica 6 Ott 2019 • 17.45

Midnight traveler

di Hassan Fazili
Stati Uniti/Qatar/Canada/Regno Unito 2019, 86’

Nel 2015, dopo la trasmissione in tv del documentario Peace in Afghanistan, i talebani uccidono il protagonista del film e minacciano di morte il regista, Hassan Fazili. Temendo per la sua famiglia, Fazili decide di lasciare Kabul e fuggire in Tagikistan con la moglie e le due figlie. Dopo più di un anno, respinta la loro domanda di asilo e di fronte al rischio di essere espulsi, i Fazili decidono di rimettersi in viaggio e di documentare con i cellulari la loro odissea verso l’Europa, passando per Turchia, Bulgaria, Serbia e Ungheria. Un racconto in prima persona dei rischi, delle speranze e delle paure che vivono i profughi in cerca di asilo, ma anche dell’amore che ha tenuto unita questa famiglia.

In farsi, pashtu e inglese con sottotitoli in italiano
Ingresso 3 euro

pubblicità

Iscriviti alla newsletter

Leggi l’informativa completa sulla privacy.

Acconsento a:

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.