VIDEO
Vita e morte di una blogger pachistana

Vita e morte di una blogger pachistana

04 aprile 2018 10:36

“Qandeel Baloch si è ribellata alle regole che gli anziani e i religiosi cercano di imporre ai giovani pachistani. È diventata la voce di tutte le donne che vogliono controllare la loro sessualità”, dice l’attivista Nighat Dad.

Fouzia Azeem, in arte Qandeel Baloch, è nata nel 1990 in una famiglia povera di un villaggio del Pakistan. Quando ha cominciato a pubblicare sui social network video dai toni provocatori è diventata una celebrità. In breve tempo ha raggiunto oltre mezzo milione di fan su Facebook e nel 2013 ha esordito nel mondo dello spettacolo.

Qandeel ha messo a nudo il maschilismo nella società pachistana, sfidando la morale borghese e religiosa. Per questo ha cominciato a ricevere minacce e insulti, e nel 2016 è stata uccisa dal fratello, che ha dichiarato di averlo fatto per difendere l’onore della famiglia.

Il video del Guardian.

Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.
pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.