Iran

Iran

Capitale
Teheran
Cambio
Ora locale
Borsa
Meteo
Pil pro capite
Temperatura
Popolazione
Moneta
Rial iraniano
Superficie
L’Iran accusa dei nemici esterni per le proteste contro il caro prezzi

La natura del regime e il contesto geopolitico fanno sì che una rivolta sociale sia più di questo. Le rivolte in Iraq e Libano hanno preso una piega che preoccupa Teheran. Leggi

L’accordo nucleare con l’Iran si può ancora salvare

Se fermare l’escalation tra Washington e Teheran si rivelerà impossibile, sarà un fallimento di cui ancora non riusciamo a comprendere tutte le conseguenze. Leggi

pubblicità
I manifestanti iracheni sono pronti a restare in piazza

Il parlamento è nel caos e il primo ministro non intende dimettersi. Intanto importanti esponenti religiosi hanno dato il loro sostegno alle richieste di un profondo rinnovamento del paese. Leggi

L’Iraq non vuole diventare un teatro di guerra

Le autorità irachene temono che tutti i conflitti dell’area abbiano al centro il loro paese, che sta affrontando un crescente malcontento sociale ed economico. Leggi

Le Nazioni Unite cercano di fermare l’escalation sull’Iran

Dopo gli attacchi ai pozzi petroliferi sauditi il rischio di una guerra immediata contro Teheran si è allontanato. Ma a New York un incontro a tre fra Rohani, Trump e Macron sembra improbabile. Leggi

pubblicità
Sfida di nervi tra gli Stati Uniti e l’Iran

Nei suoi annunci dopo gli attacchi agli impianti petroliferi sauditi, Trump si mantiene per il momento nella logica della “massima pressione” su Teheran. Leggi

La scelta più difficile per Trump dopo l’attacco contro l’Arabia Saudita

Il presidente degli Stati Uniti deve decidere se scatenare una rappresaglia contro l’Iran, accusato di aver attaccato le principali raffinerie saudite. Leggi

Senza John Bolton la diplomazia statunitense è meno guerrafondaia

A Washington ci si interroga sul futuro dei rapporti con l’Iran. Per riprendere le trattative sul nucleare si discute della mediazione francese e della cancellazione delle sanzioni. Leggi

Stati Uniti e Israele boicottano la mediazione francese sull’Iran

I nemici di qualsiasi riduzione della pressione esercitata su Teheran ostacolano il processo di apertura avviato da Emmanuel Macron durante il G7 di Biarritz. Leggi

Chi vuole una guerra contro l’Iran 

Israele è sospettato di aver condotto una serie di raid contro obiettivi iraniani. Ora la diplomazia è al lavoro per evitare un’escalation militare nella regione. Leggi

pubblicità
L’Iraq non vuole diventare il teatro di una guerra per procura

In un mese a Baghdad quattro esplosioni hanno distrutto altrettanti depositi di armi delle milizie sciite. Alcuni sospettano un attacco statunitense o israeliano. Ma il governo non vuole essere trascinato in una guerra regionale. Leggi

Un iraniano al G7 coglie di sorpresa Donald Trump

La presenza del ministro degli esteri iraniano a Biarritz ha il merito di rafforzare l’idea di un’autonomia diplomatica europea davanti agli Stati Uniti. Leggi

Il mondo è costretto a fare i conti con Donald Trump

Il presidente della prima potenza mondiale è per definizione al centro delle principali vicende globali. Ma Trump ha aggiunto a questa realtà storica il suo tocco personale. Leggi

La diplomazia al lavoro per allentare la tensione tra Iran e Stati Uniti

La decisione di Teheran di arricchire l’uranio oltre i limiti imposti dall’accordo sul nucleare è una sfida a Trump, ma anche il tentativo di smuovere gli altri paesi che avevano aderito al trattato. Leggi

Tra Teheran e Washington è in corso una nuova forma di guerra

Trump ha ordinato un attacco contro le forze iraniane, anche se non sotto forma di missili: ha scelto un attacco informatico. Leggi

pubblicità
Otto giorni per fermare la tensione tra Iran e Stati Uniti

Gli europei non hanno i mezzi per opporsi alla strategia di Washington. Restano pochi giorni per convincere Teheran a rinunciare ai suoi propositi sul nucleare. Leggi

Chi vuole scatenare una guerra nello stretto di Hormuz

In mancanza di mediatori internazionali e in assenza dell’Onu, forse l’Europa potrebbe aprire canali di dialogo prima della prossima scintilla. Leggi

Il governo iracheno preso tra due fuochi

Il primo ministro iracheno Abdul Mahdi è intrappolato tra Stati Uniti e Iran, e i loro rispettivi alleati. Ognuno dalla sua posizione se la prende con lui. Leggi

Nel Golfo sale la tensione con  l’Iran

L’atteggiamento della Casa Bianca nei confronti di Teheran ricorda quello tenuto alla vigilia della guerra in Iraq, che spalancò le porte dell’inferno. Leggi

I falchi di Washington puntano all’Iran e al Venezuela

Il multilateralismo è sotto attacco e questo diventerà chiaro nei prossimi giorni al largo delle coste iraniane e a Caracas. Intanto l’Europa osserva senza reagire. Leggi

pubblicità
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.