Francesca Gnetti

È una giornalista di Internazionale, si occupa di Africa e Medio Oriente.

Il ricordo lasciato da Elisabetta II nel mondo arabo

Anche la stampa mediorientale ha dato molto spazio alla morte di Elisabetta II: molti contenuti sono apertamente celebrativi, altri riflettono sulle eredità coloniali, altri notano quale sia stato l’unico paese mai visitato dalla regina. Leggi

Le sfide della visita di Joe Biden in Medio Oriente

Il presidente degli Stati Uniti arriva in una regione segnata da nuove dinamiche e vecchi problemi. Cercherà di riaffermare l’influenza di Washington e trovare un equilibrio tra rottura e continuità rispetto alla politica di Donald Trump. Leggi

pubblicità
La strategia di Erdoğan contro i curdi

Mentre gli Stati Uniti e la Russia sono distratti, il presidente turco Recep Tayyip Erdoğan vuole approfittare della guerra in Ucraina per perseguire la sua ossessione: cancellare qualsiasi possibilità che i curdi possano avere una terra. Leggi

I cartoni animati parlano anche arabo

Anche in Medio Oriente spopolano i cartoni animati importati dall’estero. Ma fin dalla prima metà del novecento le produzioni locali sono usate come strumento educativo e anche di propaganda. Leggi

Il pugno di ferro di Teheran

Intimidazioni, uso della forza e blocco di internet: il governo iraniano prova a frenare le manifestazioni scoppiate nel paese. Intanto crescono le proteste internazionali per la detenzione di persone con la doppia cittadinanza usate come strumento di ricatto. Leggi

pubblicità
Le difficoltà delle donne mediorientali a ottenere il diritto all’aborto

Dall’Egitto a Israele, nella regione sono in vigore diverse norme sull’interruzione di gravidanza, tutte più o meno restrittive. Leggi

Il Medio Oriente di fronte alla guerra in Ucraina

I governi arabi stanno cercando di schierarsi il meno possibile, segno della trasformazione degli equilibri nella regione. Online invece circolano critiche e accuse. Leggi

Il remake di Perfetti sconosciuti in arabo scatena le polemiche

Il primo film in lingua araba di Netflix è stato seguito da un dibattito tra chi lo accusa di diffondere l’immoralità e chi difende la libertà di espressione artistica. Leggi

Cinquant’anni di Emirati Arabi Uniti

Il 2 dicembre 1971 si formò un paese che in pochi decenni da semisconosciuto si è trasformato in un centro globale della diplomazia e della tecnica. Ma che ha ancora dei lati oscuri. Leggi

Matteo Renzi alla corte del principe saudita Mohammed bin Salman

Secondo il leader di Italia viva, l’Arabia Saudita dovrebbe guidare un nuovo rinascimento, come la sua Firenze nel passato. Ma la repressione e le violazioni dei diritti umani in corso nel paese sembrano suggerire scenari molto diversi. Leggi

pubblicità
Una nuova newsletter sul Medio Oriente

Arriva una volta alla settimana, il mercoledì, e racconta cosa succede nella regione. Leggi

Una definizione di antisemitismo usata in modo strumentale

In una lettera pubblicata sul Guardian, più di cento intellettuali e accademici palestinesi e arabi denunciano l’uso politico della lotta contro l’antisemitismo. Leggi

La doppia sfida dei paesi poveri di fronte alla pandemia

Oltre alle conseguenze della pandemia, nel sud del mondo si sentiranno anche gli effetti della crisi delle economie del nord. E per la prima volta da decenni la lotta alla povertà subirà un arresto. Leggi

Le giocatrici che aiutano gli abitanti del campo profughi di Shatila

La squadra di basket femminile del campo di Beirut, in Libano, fa parte di un progetto di sport popolare internazionale. Ora aiuta le famiglie più in difficoltà a causa della pandemia e delle misure restrittive imposte dal governo. Leggi

Il processo che fa luce sugli abusi del regime siriano

Per la prima volta due alti funzionari dell’apparato di sicurezza del presidente Bashar al Assad sono portati davanti alla giustizia in Germania. È un precedente importante e un segnale per le vittime e i carnefici. Leggi

pubblicità
Nel mondo arabo le rivoluzioni restano in sospeso

Le misure contro il nuovo coronavirus hanno fermato le proteste in Medio Oriente e in Nordafrica. Ma gli attivisti cercano modi alternativi per tenere vivi i loro movimenti. Leggi

A chi serve il collasso economico dell’Autorità Nazionale Palestinese

A giugno l’amministrazione Trump presenterà il suo accordo di pace per il Medio Oriente. Il timore è che la Casa Bianca tenti di comprare i palestinesi offrendogli investimenti in cambio della rinuncia a un loro stato indipendente. Leggi

La rabbia dei giovani sudafricani per il futuro che non c’è ancora

Il 27 aprile in Sudafrica si ricorda la fine dell’apartheid. Quest’anno centinaia di persone sono scese in piazza per protestare contro il governo dell’Anc guidato da Jacob Zuma. Le proteste s’inseriscono in un più ampio movimento per chiedere le dimissioni del presidente. Leggi

Due giorni ad Abu Dhabi per capire come funzionano le Nazioni Unite

Bianca, Rahzadie e Felix fanno parte dei 180 giovani di varie nazionalità che hanno partecipato al progetto Change the world model United Nations, organizzato dall’associazione italiana Diplomatici in collaborazione con la New York University di Abu Dhabi. Leggi

La resistenza dei beduini in Cisgiordania

I beduini della tribù jahalin hanno tradizioni antiche e radicate e un forte legame con la terra. Vivono in condizioni difficili in una striscia di terra in Cisgiordania, circondati dalle colonie israeliane, e lottano per evitare un nuovo trasferimento. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.