I medici che curano le ferite invisibili della tortura

Hanno cominciato a occuparsi degli esuli delle dittature latinoamericane negli anni ottanta, ora si prendono cura dei richiedenti asilo passati dalla Libia. Leggi

L’avocado che lascia senz’acqua migliaia di cileni

L’Italia importa sempre più avocado cileno, ma nella provincia dov’è coltivato è in corso una battaglia per l’acqua. Leggi

pubblicità
Così in basso, un fumetto sulla terra

Cosa provoca gran parte delle guerre? Molti diranno: la religione. Ma che ruolo hanno i confini, l’inquinamento, i muri? Leggi

Cosa nostra non è mai stata così debole

I numeri e le storie degli ultimi anni descrivono una mafia siciliana in crisi, impoverita e a corto di uomini. Leggi

La trappola della povertà da cui l’Italia non riesce a uscire

L’Italia è in testa in Europa per il rischio povertà, ma le contromisure finora sono fallite. Ecco cosa c’è che non va. Leggi

pubblicità
Dentro il centro di detenzione di Moria, nell’isola di Lesbo

A un anno dall’accordo tra Turchia e Unione europea sui migranti, come si vive nell’hotspot più conosciuto della Grecia. Leggi

Perché la cannabis terapeutica di stato rischia di non funzionare

Dopo l’entusiasmo iniziale, il progetto stenta a decollare. Le zavorre che non gli hanno permesso di farlo sono tre. Leggi

Anche i rom vogliono vivere in una casa

Dei 180mila rom che vivono in Italia solo 30mila vivono nei campi, ma le istituzioni non hanno politiche abitative a lungo termine. Leggi

Nell’universo classista delle ripetizioni private

Il giro d’affari è di 900 milioni di euro all’anno, l’80 per cento è in nero. E le disuguaglianze tra ragazzi aumentano. Leggi

Crescere e innamorarsi in un campo rom a Roma

Cosa sognano e come vivono i ragazzi del campo di via di Salone, a dieci anni dalla sua creazione. Leggi

pubblicità
Il collettivo Macao sfida la politica per ripensare Milano

Per la prima volta in Italia, un collettivo che gestisce uno spazio sociale vuole comprarlo e avanza una “proposta scandalosa”. Leggi

Viaggio nella provincia assediata dalle discariche

In provincia di Brescia finiscono rifiuti da tutta Italia. Le aziende guadagnano milioni e i residenti si sentono in pericolo. Leggi

Il poliziotto che usa Facebook per identificare i morti nel Mediterraneo

L’ispettore capo della polizia giudiziaria della procura di Siracusa è riuscito in due anni a contattare le famiglie di 24 persone annegate in un naufragio. Leggi

Chi paga il conto per le banane equosolidali

Un terzo delle banane del circuito fair trade consumate in Italia arriva dalla Repubblica Dominicana, dove i lavoratori sono pagati cinque dollari al giorno. Leggi

Leggere e tradurre l’Italia a Teheran

Chi sono gli scrittori italiani più tradotti? E gli autori iraniani da tenere d’occhio? La fiera del libro in Iran ha riservato alcune sorprese. Leggi

pubblicità
In Friuli-Venezia Giulia chi aiuta i migranti è lasciato solo

I volontari sono spesso lasciati soli e gli amministratori non partecipano ai progetti di accoglienza per paura di perdere consensi. Leggi

Piccolo tour del disastro nella pianura padana

Da Milano a Roncadelle, dai centri commerciali chiusi agli ecomostri, un viaggio sulle tracce del disastro urbanistico che affligge la Piana. Leggi

L’Ironman è uno sport per asceti e un affare milionario

Uno non può brevettare il calcio, o il biliardo. Invece Ironman è un marchio registrato come la Coca-Cola. Leggi

Due settimane in Angola, paese di diamanti, petrolio e miseria

La prima tappa per lo straniero che arriva a Luanda è la Marginal, il lungomare. Simbolo di una capitale che, 15 anni dopo la fine del conflitto civile, sogna di diventare Dubai. Visione, propaganda, illusione. Il boom petrolifero, con il barile a 160 dollari, appartiene al passato. Leggi

Le vittime di stupro dimenticate dalla Corte penale internazionale

La Corte penale internazionale (Cpi), competente in materia di processi ai criminali di guerra, ha emesso solo nel 2016 per la prima volta una condanna per violenze sessuali commesse in zone di conflitto. Al lento funzionamento della Corte, alle scelte fatte dal procuratore Moreno-Ocampo, si aggiungono le poste in gioco politiche difficilmente compatibili con la fine dell’impunità dei criminali. Leggi

pubblicità