Un appello a Trump per annullare le sanzioni all’Iran

Una ventina di personalità statunitensi ed europee chiedono al governo statunitense di allentare le sanzioni contro Teheran nel nome della lotta contro la pandemia. Per salvare migliaia di vite e contrastare la diffusione del virus. Leggi

Non c’è altro modo

Il primo successo dei giovani Blur. Leggi

pubblicità
Promised land, nel cuore malato degli Stati Uniti

Quello di Gus Van Sant, scritto da John Krasinski e Matt Damon su un soggetto di Dave Eggers, è qualcosa di più del classico film di denuncia. Leggi

Musica che cura lo spirito

Dopo essersi ritirata dalle scene per fondare un ashram in California, Alice Coltrane ha composto ed eseguito una sorta di Sacro graal dello spiritual jazz. Leggi

A Baghdad i manifestanti accettano un compromesso

Gli occupanti di piazza Tahrir hanno deciso di ridurre drasticamente il numero delle persone che vivono nelle tende per evitare nuovi contagi di coronavirus. Leggi

pubblicità
Bambini maturi e adulti infantili

Mia figlia di dodici anni legge solo gialli di Agatha Christie, quando le passerà? Leggi

Prendere decisioni in un momento difficile

In un momento di crisi drammatica, diventa lampante il fatto che, per prendere buone decisioni, tutti (governi e cittadini) dovrebbero essere in grado di capire bene quello che sta succedendo. Leggi

Nello specchio deformante della pandemia

L’epidemia ci mostra che l’idea che abbiamo di noi stessi e degli altri è molto lontana dalla realtà. Rivela le forze e le debolezze del nostro mondo, la fragilità di potenze sicure di sé e i successi inattesi di alcuni paesi più piccoli. Leggi

Musica in casa a Seattle

Con il Tiny desk home concert di Ben Gibbard, piccola star indie. Leggi

A scuola d’isolamento con LeBron James e Kevin Durant

Nel 2011 il campionato di basket statunitense rimase fermo per quasi sei mesi. Così i giocatori più forti del mondo cominciarono a sfidarsi in piccole palestre in giro per il paese. Leggi

pubblicità
Chi resta fuori dai diari degli scrittori in quarantena 

Quando tutto è cominciato giornali e riviste si sono riempiti di diari più o meno intimi della quarantena, tenuti da scrittrici e scrittori. L’idea poteva essere buona, ma i risultati sono stati scarsi o controproducenti. Leggi

Il calamaro e la balena, storia di un altro matrimonio

La commedia di Noah Baumbach parla di un divorzio, proprio come il suo ultimo celebrato film. E anche questo è in parte ispirato a vicende autobiografiche. Leggi

Questa non è l’apocalisse che ci aspettavamo

La cultura pop ci ha inondato di porno-catastrofismo per decenni, ma non ci ha preparato a questa nuova realtà. Ora dobbiamo immaginare un mondo radicalmente nuovo. Leggi

Pastorale tra Berlino e la Francia

Una meravigliosa sinfonia di Beethoven diretta da André Cluytens con i Berliner Philharmoniker. Leggi

Un’ora alla finestra

Molti genitori sostengono che i decreti emanati da Conte tengano conto più dei bisogni dei cani che dei loro figli e chiedono la possibilità di poter fare uscire i bambini un’ora al giorno. Cosa ne pensi? Leggi

pubblicità
La rivincita dello stato durante la pandemia

Dopo più vent’anni di potere della finanza e delle multinazionali, una delle conseguenze della crisi è il ritorno del ruolo dello stato, dagli Stati Uniti alla Cina. Quando la pandemia sarà finita, faremo bene a ricordarcene. Leggi

Roma ore 11, un film e un libro

Il film di Giuseppe De Santis racconta un fatto di cronaca accaduto a Roma nel 1951. Per la sceneggiatura Elio Petri condusse un’inchiesta sull’evento che poi raccontò in un libro. Leggi

Perché i coronabond dividono i paesi dell’euro

L’idea di creare titoli europei per aiutare le economie colpite dalla pandemia ha scatenato un’aspra polemica tra i paesi indebitati e quelli con i conti in regola. Leggi

Cauto

Quando a un certo punto ci guarderemo intorno per capire com’è cambiato il mondo in questi mesi ci renderemo conto, tra le altre cose, di quanto sia stata paradossale la situazione dei mezzi d’informazione. Leggi

Le Nazioni Unite paralizzate di fronte alla pandemia

L’Onu è stata concepita proprio per situazioni di emergenza globale. Ma oggi l’organizzazione è solo il riflesso della volontà degli stati: se i governi non riescono a dialogare, la macchina si inceppa. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.