Piero Zardo

È un giornalista di Internazionale. Si occupa delle pagine di cultura: cinema, libri, musica, arte eccetera. Su Twitter: @zardop

Piero Zardo
No time to die o Titane? E perché non tutti e due?

In sala c’è l’imbarazzo della scelta. L’occasione giusta per tornare al cinema, se ancora non l’avete fatto. Leggi

Dune, non solo elegante

La versione di Denis Villeneuve del classico di fantascienza di Frank Herbert è un film sontuoso e sicuramente diverso dalle grandi produzioni di avventura fantasy a cui è abituato il grande pubblico. Leggi

pubblicità
Venezia 78. Gli stranieri sono tornati

I turisti stranieri sono tornati sul ponte di Rialto, e autori e attori del cinema internazionale sono tornati alla Mostra del cinema di Venezia. Leggi

Venezia 78. A casa tutti bene

Tanti i film italiani presentati alla Mostra del cinema di Venezia, in un’edizione in cui si fanno ancora i conti con il covid-19. Leggi

Il Giffoni film festival torna all’essenza

Per l’edizione 2021 del festival di cinema per ragazzi, tremila giovani giurati sono tornati a frequentare la cittadina in provincia di Salerno. Sono loro i veri protagonisti della manifestazione. Leggi

pubblicità
Il giorno e la notte, si può fare

Il film di Daniele Vicari racconta un lockdown ed è stato effettivamente realizzato la primavera scorsa. Un esperimento riuscito, anche grazie alla disponibilità del cast (tecnico e artistico). Leggi

Shiva baby e Run, figlie in difficoltà

Emma Seligman (26 anni), Rachel Sennott (25) e Kiera Allen (23) se la cavano alla grande nel (brutto) mondo che gli adulti hanno pensato per loro. Leggi

Sulla infinitezza, lezione svedese

Il decano del cinema svedese Roy Andersson sembra voler suggerire che, potendo, sarebbe capace di andare avanti all’infinito. Leggi

Un altro giro, in vodka veritas

Il film di Thomas Vinterberg affronta senza moralismi un “demone”, quello dell’alcol, che non fa poi così paura. Leggi

Gloria mundi, a Marsiglia non si ride più

Il nuovo film di Robert Guédiguian è insolitamente cupo. Esce in sala anche The human voice, corto di trenta minuti di Pedro Almodóvar con Tilda Swinton. Leggi

pubblicità
Due, una passione clandestina

Nell’esordio francese del padovano Filippo Meneghetti, l’amore tra due donne affronta una prova difficile. In sala c’è anche il nuovo film di Woody Allen. Leggi

Nomadland, il predestinato

Il film di Chloé Zhao, che descrive un fenomeno molto radicato in alcune zone degli Stati Uniti, ha vinto tutto quello che poteva vincere, dal Leone d’Oro a Venezia a tre premi Oscar. Leggi

Locked down, commedia ristretta

Il film di Doug Liman è la commedia ideale per quello che speriamo sarà l’ultimo fine settimana di streaming forzato. Leggi

Judas and the black messiah, il film senza protagonisti

Il film di Shaka King è la punta di diamante di tutta una cinematografia black che si sta finalmente imponendo. Leggi

Can’t get you out of my head, pensare per il meglio

Con la sua serie documentaria, sottotitolo An emotional history of the modern world, Adam Curtis racconta storie utili per mettere a fuoco l’epoca in cui viviamo. Leggi

pubblicità
Wildlife, piccolo dramma familiare

Con il suo debutto dietro la macchina da presa Paul Dano dimostra coerenza, anche come regista. Leggi

Fino all’ultimo indizio, Denzel indaga

All’inizio il film di John Lee Hancock sembra proprio un thriller poliziesco di quelli di una volta. Forse perché è un thriller poliziesco di quelli di una volta. Tra le novità Zack Snyder’s Justice league e The rental di Dave Franco. Bonus: The ward di John Carpenter. Leggi

Raya e l’ultimo drago, streaming di lusso

Il film di Don Hall e Carlos López Estrada è originale e realizzato in modo perfetto. Raya è una principessa un po’ atipica e merita di essere conosciuta meglio. Certo 21,99 euro sono tanti. Leggi

Aspettando i Golden globes

Guardando le candidature ai premi della stampa straniera di Hollywood ci piacerebbe immaginare che l’industria del cinema possa prendere una direzione più femminile. Leggi

I care a lot, trappole a norma 

La premessa del film di J Blakeson fa rabbrividire e ancora una volta Rosamund Pike è una malvagia perfetta. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.