L’amore secondo Isabelle e gli altri film del weekend

La commedia di Claire Denis è definita da una straordinaria Juliette Binoche. In uscita anche Molly’s game di Aaron Sorkin e l’horror britannico Ghost stories. Leggi

Giovani,  tifosi e di estrema destra

Yulia Krivich ha ritratto un gruppo di giovani hooligans ucraini. I colori pastello e le atmosfere sospese distolgono dai dettagli più violenti. Leggi

pubblicità
Una proposta per cambiare le leggi europee sull’immigrazione

Canali umanitari, protezione delle vittime di sfruttamento lavorativo e depenalizzazione della solidarietà sono i tre pilastri della legge d’iniziativa popolare europea lanciata oggi a Roma. Leggi

Immaginazione

“Da voi è arrivato qualcosa che stupisce, scuote le coscienze, rinnega tutto quello che ha reso la nostra società ciò che è oggi”. Leggi

Il fascino dei libri proibiti

Ho sempre avuto un rapporto strano con i libri: sono una persona curiosa, ma sono cresciuta con paletti grandi come case imposti da insegnanti e genitori. ​ Leggi

pubblicità
La barca senza nome

Almeno settecento persone sono morte nel naufragio del 18 aprile 2015, il più grave mai avvenuto nel Mediterraneo centrale. I sopravvissuti ricostruiscono il disastro che ha messo in luce i limiti delle politiche europee dell’immigrazione. Un articolo dall’archivio di Internazionale. Leggi

Lo scetticismo della stampa siriana per l’intervento occidentale

Sia i giornali di regime sia quelli d’opposizione considerano l’attacco come un atto puramente simbolico. Leggi

Erdoğan traballa e anticipa il voto

Lo schieramento conservatore si sfalda e il presidente turco vuole accelerare tutto, in un periodo di confusione diplomatica e debolezza economica. Leggi

Il progetto autoritario di Viktor Orbán

Come Vladimir Putin il premier ungherese è ossessionato dalla sovranità, che per i critici significa potere personale assoluto. Orbán, tuttavia, persegue lo scopo con maggiore senso del limite. Leggi

Gli occhi in inglese

Una cover a rovescio di Tom Jones. Leggi

pubblicità
Sympathy for Samarcanda

Dal New Mexico arriva una musica da mercanti di stoffe bulgari, da Roma la risposta italiana ai Black Keys, da Napoli un neo-folk-dark. Leggi

Il naso laggiù

La vita sessuale con la mia ragazza va bene. Ricevere sesso orale le piace, ma spesso le sue funzioni cerebrali superiori le mettono i bastoni fra le ruote. Leggi

Capre, cavoli e lupi

Di Maio, voce di un foltissimo movimento di sinisdestra, ha pronunciato una frase fino a qualche tempo fa politicamente folle: con la Lega o con il Pd, noi faremo comunque un bel contratto di governo. Leggi

1968, l’anno della rivolta

L’anno della rivolta raccontato con gli articoli della stampa dell’epoca. Il terzo numero di Internazionale extra si compra in edicola e costa 2,50 euro. Leggi

Manuale incompleto di azioni antidemocratiche

Dall’India al Messico, è evidente che le élite al potere non sono disposte a estendere i diritti democratici a tutti. Anzi, li stanno sopprimendo. Leggi

pubblicità
Macron mette in guardia sul rischio  di una guerra civile europea

Il presidente francese è intervenuto davanti al Parlamento europeo chiedendo di difendere le idee e la cultura del continente. Leggi

Mondo

Umberto Bindi, una canzone triste e una grandissima orchestra. Leggi

Il muro di Lima che separa i ricchi dai poveri

“Da questa parte del muro stiamo male, non abbiamo acqua. Dall’altra hanno tutti la piscina”. Una barriera divide i quartieri ricchi della capitale peruviana dalle baraccopoli. È il simbolo delle forti disuguaglianze sociali del paese. Leggi

Precari
Un ricordo di Miloš Forman

Dalla nouvelle vague allo sbarco a Hollywood, il regista di Qualcuno volò sul nido del cuculo ha rappresentato le speranze della generazione degli anni sessanta. Leggi

pubblicità