Gabriele Crescente

È l’editor di Europa di Internazionale. Su Twitter: @crescenteg

Perché il vertice di Bruxelles è così importante e difficile

Al consiglio europeo i leader dell’Unione devono trovare un accordo su un piano di rilancio economico senza precedenti, superando le obiezioni di molti paesi. Leggi

Nell’Artico le temperature stanno battendo ogni record

A Verchojansk, in Siberia, sono stati registrati 38 gradi. Una temperatura che secondo le previsioni attuali dovrebbe essere normale solo alla fine del secolo. Leggi

pubblicità
La trattativa europea sul recovery fund entra nel vivo

Il Consiglio europeo non ha trovato un accordo sul piano da 750 miliardi proposto dalla Commissione, ma entro luglio potrebbe arrivare una svolta. Leggi

Il disastro ambientale di Norilsk è un campanello d’allarme per la Russia

L’incidente potrebbe essere dovuto allo scioglimento del permafrost, un fenomeno che minaccia infrastrutture cruciali per l’economia del paese. Leggi

Il coronavirus sta spegnendo il carbone

Nel Regno Unito da due mesi tutte le centrali sono spente, e in tutto il mondo il calo della domanda di energia accelera un declino ormai inevitabile. Leggi

pubblicità
Le foreste stanno già cambiando 

Uno studio dimostra che i vecchi alberi sono sempre più a rischio. Questo può avere gravi conseguenze per gli ecosistemi e la lotta all’emergenza climatica. Leggi

Non dimentichiamo di riaprire i parchi

Nel dibattito sulla fase due la riapertura delle aree verdi è rimasta in ombra. Eppure offrono un servizio essenziale e aiutano a ridurre le disuguaglianze. Leggi

Il coronavirus potrebbe non essere una buona notizia per il clima

La pandemia sta riducendo le emissioni di gas serra. Ma potrebbe anche rallentare la transizione energetica e far saltare i negoziati internazionali. Leggi

Russia e Turchia fanno un passo indietro dal baratro

Dopo due settimane di alta tensione, Putin e Erdoğan hanno raggiunto un accordo per scongiurare uno scontro diretto nella provincia siriana di Idlib. Leggi

In Spagna per Pedro Sánchez il difficile comincia adesso

Il premier socialista ha ottenuto l’investitura del parlamento. Ma il suo governo è appeso a un dialogo con i separatisti catalani che si annuncia molto delicato. Leggi

pubblicità
Dopo la conferenza sul clima l’Europa rischia di restare sola

Le divisioni emerse al vertice di Madrid dimostrano che il ritiro degli Stati Uniti ha già compromesso lo spirito dell’accordo di Parigi. Ora l’Unione europea ha nove mesi per cercare di riportare a bordo la Cina. Leggi

Gli impegni sui gas serra non bastano a rispettare gli accordi di Parigi

Secondo un rapporto delle Nazioni Unite anche se tutte le promesse fossero mantenute la temperatura globale salirebbe di più di tre gradi entro il 2100. Leggi

Le aziende petrolifere hanno speso 251 milioni di euro in attività di lobbying a Bruxelles

Secondo un nuovo rapporto i lobbisti dell’industria dei combustibili fossili hanno avuto un ruolo determinante nel limitare l’azione dell’Unione europea contro il cambiamento climatico Leggi

Metà degli alberi europei rischia l’estinzione

È la preoccupante conclusione dell’ultimo rapporto dell’Unione internazionale per la conservazione della natura. Tra le specie minacciate ci sono anche alberi familiari come l’ippocastano. Leggi

Cinque cose che il governo Conte può fare subito per l’ambiente e il clima

L’ambiente è uno dei pochi temi su cui M5s e Pd sembrano d’accordo. Dallo spegnimento delle centrali a carbone alla messa al bando dei pesticidi, le cose che il nuovo esecutivo può cominciare a fare. Leggi

pubblicità
In Spagna la sinistra ha sprecato un’opportunità

Il 25 luglio il parlamento ha bocciato il tentativo del premier socialista Pedro Sánchez di farsi riconfermare. Un’occasione mancata che il paese potrebbe rimpiangere amaramente. Leggi

Lisbona

Il ritratto della città attraverso la stampa portoghese e internazionale. Il nuovo numero degli speciali di Internazionale, in edicola dal 2 luglio. Leggi

Con la sconfitta di Pedro Sánchez la Spagna ha perso un’occasione

Il 13 febbraio il parlamento spagnolo ha bocciato la legge di bilancio, aprendo una crisi di governo da cui gli indipendentisti catalani sperano di trarre nuova forza. Leggi

In Spagna l’estrema destra è uscita dall’ombra

Molti avevano detto che sarebbe stata l’estrema destra ad approfittare dello scontro fra Madrid e gli indipendentisti catalani. Quella previsione si è avverata. Leggi

Il contrappasso di Rajoy

È il primo presidente del governo nella storia di Spagna a essere sfiduciato dal parlamento. Intanto, a Barcellona i suoi avversari hanno ripreso possesso del palazzo da cui li aveva cacciati. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.