Il futuro dell’Europa si decide in periferia
Programmi
In campagna elettorale i programmi dei partiti erano assenti. Eppure si potrebbe per esempio cominciare con lo studiare gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.
Sono rimasti in pochi a voler copiare la Brexit
Le forze che speravano di cavalcare la Brexit per forzare altre “uscite” nazionali dovranno cambiare tattica, perché gli elettori non ci credono più.
La bolla sovranista è bucata ma il progetto europeo è latitante
Contro il sovranismo stanno nascendo nuove pratiche di lotta, ma la politica deve fare la sua parte.
pubblicità

Ultimi articoli


Il rap di Slowthai e la rivincita della provincia
L’album d’esordio del rapper britannico è un omaggio alla working class, alle persone costrette ad arrangiarsi per arrivare alla fine del mese.
Il Belgio vota per l’Europa ma non solo
In Belgio ci sarà un election day con cinque elezioni locali oltre le europee. Non sorprende quindi che il discorso sull’Unione sia secondario.
A Cipro le elezioni europee si svolgono tra razzismo e disuguaglianze
Sull’isola si voterà solo nella zona greca, dove gli abitanti sono concentrati sul rancore verso i cittadini della parte turca e prestano orecchio all’estrema destra.
pubblicità

Bloc notes


Il traditore e gli altri film della settimana
Meno male che Marco Bellocchio si prende le sue libertà per raccontare la storia di Tommaso Buscetta. E meno male che a interpretarlo è Pierfrancesco Favino. Da vedere anche Una vita violenta di Thierry de Peretti.

Altri articoli
pubblicità

Il settimanale


24/30 maggio 2019 • Numero 1308 L’Unione europea fa la forza
L’Europa non è ancora una democrazia, ma è proprio per costruirla che è necessario votare
Altri numeri
Sostieni il giornalismo indipendente
Se ti piace il sito di Internazionale, aiutaci a tenerlo libero e accessibile a tutti con un contributo, anche piccolo.