Claudia Durastanti

Scrittrice e traduttrice. Il suo ultimo libro è La straniera (La Nave di Teseo, 2019). Si occupa di letteratura e critica culturale per varie testate. Scrive la rubrica Canzoni su Internazionale.

Claudia Durastanti
Animali sacri

In un momento in cui cerchiamo di capire come sgravare il peso dell’io e delle narrazioni in prima persona, il disco di Iosonouncane spazza via i codici del viaggio solitario e del trip individuale. Leggi

Vie di fuga

Nicola Manzan ha scelto otto persone, un tempo confinate nell’ospedale psichiatrico di San Lazzaro, a Reggio Emilia, e prova a liberarle dalla sintesi dei loro referti clinici attraverso delle vie di fuga in musica. Leggi

pubblicità
Il re del mondo

Franco Battiato è arrivato un giorno nella mia vita attraverso due formati perfetti: la canzone alla radio e la musicassetta di una persona appena conosciuta. Leggi

Sogni fuori moda

Rooms, dei News For Lulu, fa dei suoni perduti che si sentono in sottofondo il suo punto di forza. Leggi

Psychodonna

Una delle canzoni più significative di questa tarda primavera s’intitola Not for me, di Rachele Bastreghi. Con il suo testo bilingue e l’attitudine al manifesto prende da Battiato l’intelligenza che non si dimentica del corpo. Leggi

pubblicità
Io ballo come mi pare

Whitemary è un’artista che ha dentro tanta techno ed estroversione, una formazione jazz che le tornerà di nuovo utile nel disco di prossima uscita. Leggi

Fuori dal gruppo

La voce di Serena Altavilla è come un osso senza peso, traslucido e svuotato dalle viscere, fino a diventare un oggetto magico e un po’ pauroso, di quelli che si toccano con riverenza e sorpresa. Leggi

Sconfinamenti

Dalla collaborazione tra i Xiu Xiu e Fabrizio Modonese Palumbo nasce un album fatto di intuizioni sentimentali che scavalcano qualsiasi lingua di appartenenza. Leggi

Per un amico

Vasco Brondi usa parole misurate e sentite per raccontare uno dei misteri dell’amicizia. Leggi

Tra la fame e la fama

È strano dirlo per un paroliere avventuroso come Massimo Pericolo, ma nel suo ultimo disco c’è il tentativo elegante di fondersi con l’ambiente di Brebbia, in provincia di Varese. Leggi

pubblicità
L’autarchia di Madame

Il disco d’esordio della cantante italiana parte bene. Il suono di Istinto e Voce la rende seducente, riconoscibile ma non scontata. Leggi

Traduzioni, impegno e identità

Il dibattito su “chi può tradurre chi” scatenato da The hill we climb della poeta Amanda Gorman ha fatto emergere molte questioni. Dal peso del mercato al ruolo delle politiche identitarie, all’impegno di una generazione. Leggi

Star male per potersi curare

Da qualche parte nel mio cuore c’è sempre stato uno spazio speciale per il cantautore subdued. Di recente ne ho trovato uno: si chiama Fabrizio Fusaro, ha 25 anni ed è piemontese. Leggi

Forme complesse e gentili

Tornano i Fine Before You Came con Forme complesse: un titolo gentile e contemplativo come le canzoni di cui è fatto. Leggi

A Sanremo la rivoluzione non vince mai

Mai come in questa edizione, la storia e i percorsi degli artisti contano così poco. Sono quasi tutti simili nelle loro giacche larghe. È molto difficile, oggi, avere il coraggio di indossare qualcosa di diverso. Leggi

pubblicità
Dentro la stanza degli specchi

Due album usciti in questo tempo languido e stanco riattivano la tentazione d’immaginare che siano state certe condizioni di meditazione profonda in spazi ristretti a liberare energie cosmiche. Leggi

Tradizioni napoletane

Riascoltando Sanacore degli Almamegretta è inevitabile pensare a come la musica urbana di matrice folclorica abbia assunto vocazioni più separatiste rispetto a una specie di sincretismo degli anni ottanta e novanta. Leggi

Una donna che cambia

La musica oltre a raccontare l’evoluzione dei sogni, ne registra proprio il suono. Il nuovo disco di Amerigo Verardi è un concept album che parte da questa intuizione. Leggi

Duetti e geometrie

Il duetto è una forma musicale che rimanda a modelli opposti: da un lato c’è la grande kermesse, la “sanremata”; dall’altra c’è il duetto intimo, spesso registrato durante una session casalinga, un genere molto incoraggiato dalla pandemia. Leggi

Bagni misteriosi

Se lo strumento diventa una parte del corpo, succede qualcosa di speciale: così accade tra la compositrice berlinese d’adozione Martina Bertoni e il suo violoncello. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.