Giovanni Ansaldo

È un giornalista e lavora a Internazionale dal 2012. Si occupa di musica, opinioni e ritratti. Su Twitter: @giovakarma

Giovanni Ansaldo
L’apocalisse dolce di Nick Cave in un nuovo disco

Carnage è uscito a sorpresa il 25 febbraio e Internazionale ha potuto ascoltarlo in anteprima. Sono appena otto brani, ma la qualità della scrittura del cantautore è molto alta. Leggi

Generazione Daft Punk

Il duo francese è stato l’epifania dell’elettronica. Veloce, casuale, indimenticabile. Si sono sciolti, ma le loro canzoni continueranno a essere molto presenti nelle nostre playlist. Eccone qualcuna da riascoltare. Leggi

pubblicità
Tutte le anime dei Mogwai

Una delle cose belle della fine della pandemia sarà potersi gustare di nuovo esperienze come un concerto dei Mogwai. Leggi

La prima volta dei Black Country, New Road

La band britannica ha delle cose da dire. Forse anche più di quelle contenute nel suo disco d’esordio. Leggi

I Weather Station tra crisi climatica e amori tormentati

Il nuovo disco del gruppo canadese potrebbe essere uno dei migliori del 2021. Leggi

pubblicità
L’inno agli antenati di Madlib e Four Tet

Questa è una storia di un disco che, se fosse per il suo autore, lo statunitense Madlib, probabilmente non esisterebbe. Leggi

Il duetto tra Billie Eilish e Rosalía è diverso da come ce lo aspettavamo

Lo vas a olvidarn non è un pezzo pop orecchiabile, ma una ballata d’atmosfera cupa. Leggi

Il mondo nuovo e incerto della musica in Italia

Concerti fermi, pochi dischi pubblicati, locali chiusi: l’industria musicale prova a guardare avanti, nonostante tutto. Leggi

I migliori album del 2020

Da Amaarae ai Run The Jewels: una classifica dei dieci dischi che resteranno di questo 2020. Leggi

Ha ancora senso ascoltare Ryan Adams dopo quello che ha fatto?

Ryan Adams è un bravo cantautore, ma le accuse di molestie hanno oscurato il suo talento. Leggi

pubblicità
Burial, Thom Yorke e Four Tet sono tornati a caccia di fantasmi

I tre musicisti britannici sono tornati a sorpresa con un nuovo singolo. Leggi

L’orgoglio portoricano di Bad Bunny

El último tour del mundo è un ottimo disco, con più sostanza di quanto sembra, e per questo andrebbe ascoltato anche da chi detesta il reggaeton. Leggi

Per Nick Cave l’assenza è musica

Il disco dal vivo del cantautore australiano è un piccolo capolavoro di arrangiamento e riscrittura, perché affrontare dei brani così complessi solo con la voce e il pianoforte non è da tutti. Leggi

Con Amaarae l’Africa conquista il pop occidentale

L’esordio della cantante ghanese ha una sensualità contagiosa e arrangiamenti fantasiosi. Leggi

Lana Del Rey vuole amare come una donna

Il nuovo singolo della cantante statunitense mette a segno una melodia come al solito di prima qualità. Leggi

pubblicità
Kendrick Lamar è tornato, grazie a Busta Rhymes

Ci voleva un pezzo di storia dell’hip hop come Busta Rhymes per tirare fuori dall’ombra il rapper di Compton. Leggi

La nostalgia di Bruce Springsteen

Letter to you non è di certo uno dei dischi migliori di Springsteen, ma è quello che tanti suoi fan volevano. Leggi

Matt Berninger ritrova se stesso fuori dai National

Serpentine prison, il primo disco solista del cantante dei National, è una piccola sorpresa. Leggi

Il ritorno dei misteriosi Sault

I Sault sono uno dei casi discografici dell’anno, non ci sono dubbi. Leggi

Il coraggio di Sufjan Stevens

Il nuovo disco del cantautore statunitense è un gioiello di minimalismo elettronico. Leggi

pubblicità
Abbonati a Internazionale per leggere l’articolo.
Gli abbonati hanno accesso a tutti gli articoli, i video e i reportage pubblicati sul sito.
Sostieni Internazionale
Vogliamo garantire un’informazione di qualità anche online. Con il tuo contributo potremo tenere il sito di Internazionale libero e accessibile a tutti.